lunedì 3 giugno 2013

aspettative inaspettate

E cosi’ abbiamo comprato i biglietti per tornare in Italia quest’estate e vi avevo gia’ spiegato quanto questi ritorni possano essere stressanti e pericolosi in un certo senso perche’ magari da lontano si idealizza tutto e ci si fanno un sacco di aspettative che non hanno nessun collegamento con la realta’. Allora fin dall’inizio ho pensato, stavolta davvero non mi aspetto niente. Io da questo viaggio non mi aspetto un bel niente, cosi’ sara’ tutto una bella sorpresa.
Ieri notte ho fatto un sogno. Ero in Italia, sotto casa di una mia amica con Mr. Johnson. Credo stessimo aspettando che scendesse quando ci siamo resi conto che si stava avvicinando a noi un piccolo gruppo di persone. Deve essere una festa di paese, una di quelle dove c’e’ l’orchestra di liscio che suona ‘Cielo alto cielo blu’ e gli anziani che ballano e i bambini che giocano. Eh che poesia, l’estate italiana, come si sta bene, altro che il caldo infernale del Texas.
Poi guardo un po’ meglio e mi accorgo che c’e’ un tizio con una maglietta che dice ‘servizio d’ordine’ sul davanti e il mio nome dietro. E poi un altro e un altro ancora con il nome di Mr. Johnson e del piccolo Joe. Incredibile. Avete organizzato tutto questo per noi? Certo, e’ fantastico, ma non dovevate…

3 commenti:

Mario Rossi ha detto...

Massì non ti preoccupari,soli, mari mangi beni, Italia è paesi belissimo....
si ma solo per venirci in vacanza!

70millimetri ha detto...

Cosa avevi mangiato la sera prima? ;)

Baol ha detto...

Parliamo di cose serie: vi fermate solo al nord???