lunedì 4 agosto 2008

il cavaliere oscuro

Finalmente sono riuscita ad andare a vedere The dark knight.
[Non vi rivelo nulla che gia' non si sappia, ma se non lo avete ancora visto magari potreste preferire non andare avanti a leggere questo post]
Il mio e' un commento a caldo, ma ve lo devo dire: che gran film. Non e' il mio genere preferito e avevo solo una vaga idea della storia, ma mi ha tenuto sulle spine per piu' di due ore e mi ha lasciato con diverse domande. La prima per quanto mi riguarda e' stata: ma dove accidenti sono finiti i supereroi veri, quelli che salvano le persone e sono un metro sopra tutti gli altri? Quelli che sanno sempre cosa e' bene e cosa e' male? Quelli che non dubitano e agiscono? Quelli che ti fanno sognare? Non in questo film.
Batman e' tormentato quanto Joker e il film ti fa proprio riflettere su che cos'e' la giustizia. Joker e' odioso e disumano, ma merita di morire? Assolutamente non banale anche il discorso sulla verita'. Tutti credono di volere la verita', ma poi sono disposti a sacrificarla in nome di un'immagine del mondo quantomeno accettabile. Forse alla fine paradossalmente il piu' cattivo e' anche il piu' sincero di tutti proprio perche' indossa quel famoso berretto pirandelliano.
Perche' l'unica verita' e' che siamo fatti tutti della stessa mistura di terra e cielo, cambiano le proporzioni di questi elementi ma nessuno e' immune dall'errore, dall'odio, dalla malvagita', dalla menzogna. Se un eroe puo' cadere, un criminale puo' diventare un eroe. Nulla e' chiaro, nulla e' come appare. Bisogna aver voglia di andare oltre, di fermarsi un attimo a cercare di capire meglio.
Grandissimi attori. L'uso della voce per motivi diversi e' la chiave stilistica della recitazione dei due protagonisti. Mi chiedo come sia stata resa in italiano. C'e' questo Joker di cui tutti hanno parlato che pensavo fosse stato sopravvalutato a causa dell'improvvisa scomparsa dell'attore che lo interpreta, Heat Ledger, e invece e' davvero notevole, di piu', geniale. Ledger ha dato un'interpretazione totale del personaggio: nella sua gestualita', nella sua voce appunto, nei suoi guizzi di follia nella follia, lo ha reso credibile e' per questo che inquieta.
Un film da vedere e preferibilmente al cinema.

18 commenti:

sariti ha detto...

pure io l'ho visto qualche ora fa ed hai perfettamente ragione, e' un gran film...sono come te curiosa di sapere il risultato con il doppiaggio italiano, la voce di ledger e' qualcosa di strepitoso e mi chiedo come e se siano riusciti ad ottennere tutte quelle sfumature...

Fabrizio Cariani ha detto...

anche a me e' piaciuto moltissimo, e anch'io non sono un patito di film d'azione. Ma la cosa piu' impressionante e' quanto sia cupo.

Non ho mai visto un film di questo genere, in cui l'evoluzione della storia lascia cosi' poco alla speranza.

bellallegria ha detto...

...diciamo però che il merito per la voce di Joker è del doppiatore italiano :-)

comunque concordo su tutto, ottima recensione.

bellallegria ha detto...

Perdonami, non avevo visto che non sei in Italia.
Mi sa che ti seguirò...sembra interessante XD

the Sleeping Ugly ha detto...

anhce io l'ho visto da poco, e l'ho adorato.
il tormento del protagonista e le scelte che si vede costretto a compiere sono strazianti (non sto parlando della bella di turno, ovviamente).

in italiano il doppiaggio è imbarazzante. innanzitutto batman sembra abbia fumato 80 sigarette la sera prima, molto peggio che nell'originale, mentre bruce wayne legge l'elenco del telefono con più intensità.
il joker mi è sembrato abbastanza a posto, non saprei.

gap ha detto...

ecco..
mi hai fatto venir curiosità..
:)

S.B. ha detto...

Io ho letto il fumetto anni fa, quando iniziarono la nuova serie che ha appunto le caratteristiche di cui parli tu. Mi sa che è un film che verdò volentieri

MarKino ha detto...

a me piace molto il Batman di Nolan.
non è una novità questa rappresentazione di Batman, come di uno non troppo differente dal Joker (glielo dice anche, il Joker, ad un certo punto... e lui non s'incazza.. perché sa che non è del tutto falso)... merito del fumettista Miller, quello di Sin City, per intenderci, che a metà anni ottanta ha preso un investigatore in calzamaglia dai mille gadget (ché Batman prima era essenzialmente questo) e l'ha trasformato in un personaggio cupo, sfacettato, problematico: quanto può essere sano di mente uno che corre per i tetti a farsi giustizia da solo?
dopo di lui, Batman non è più stato lo stesso...
il Batman di Nolan rende molto questa atmosfera (il titolo -Dark Knight - è un omaggio alla saga di Miller), Ledger è bravissimo a rendere il genio deviato del Joker, raffronti col predecessore Nicholson non sono praticabili, trattasi di un Batman e quindi di un Joker completamente differenti...
il doppiaggio: non so quale fosse l'intento, ma Bale/Wayne sembra doppiato da Muccino... Bale/Batman, un cantante death metal...
uh una nota: ho fatto caso che dei mafiosi di inizio film, ce n'è uno per ogni "etnia": italoamericano, esteuropeo, afroamericano, cinese... sarà per non far incXXXXre nessuno?

nonsisamai ha detto...

bellallegria: benvenuta e soprattutto torna, non sai quanto bisogno c'e' di te, bellallegria...

markino: non ci avevo fatto caso a questa cosa dei mafiosi, puo' essere...

Alex M. ha detto...

film da vedere in lingua originale (come sempre comunque). Non so ma dai trailer italiani a me pare che il doppiaggio non sia il massimo in questo caso specifico del Joker. E comunque anche nella versione originale la voce di Batman è quella di uno che ha fumato 1000 sigarette! :D

nonsisamai ha detto...

alex: si' e' quello che ho pensato anch'io, pero' assolutamente sexy...

MarKino ha detto...

dimenticavo: se hai apprezzato la moral ambiguity di Dark Knight, allora ti consiglio anche, in uscita a marzo, Watchmen, scritto da Alan Moore (quello di V for Vendetta, per intenderci)...
qua ti posto il trailer del film, diretto da Snider, quello di "300"...

nonsisamai ha detto...

markino: c'e' mr. johnson che mi sta gia' facendo il testone...e' lui che mi trascina a vedere queste cose, pero' comincio a prenderci gusto :)

MarKino ha detto...

mr. johnson è uno che ne sa, allora... il 10 marzo 2009 aspetto la tua recensione di watchmen...

Simo ha detto...

L'ho visto qui a Houston e sono d'accordo su tutto: anche se non vado pazza per questo genere, il film è stato molto intenso, lo riguarderei volentieri. Stesso ragionamento per l'attore Ledger, anche io all'inizio pensavo l'avessero sopravvalutato, invece mi sono dovuta ricredere: interpretazione eccezionale, da oscar, la migliore in tutta la sua giovane carriera!
Non da ultimo mi trovo d'accordo sulla sexy voce fumosa di Christian Bale :D
Una curiosità però: qui a Houston, appena finita la proiezione c'è stata una mitragliata durata qualche secondo con luci gialle che ha fatto prendere spavento a tutti. Noi siamo usciti velocemente, non capendo bene se si trattasse di un fuoco artificiale/effetto speciale, oppure se fosse il raptus di un qualche pazzo fanatico....fammi sapere se anche a Dallas è successo! A presto!

nonsisamai ha detto...

simo: che terrore questa cosa! qui niente spari. se scopri cosa era successo fammi sapere che a questo punto sono curiosa...

Darkdir ha detto...

Io l'ho visto al cinema (in Italia) sei volte e devo dire che è davvero molto bello.
Certo non raggiunge il capolavoro ma davvero per poco.
La fotografia è fortemente ispirata a Michael Mann e al suo "Heat" con una predominanza azzurrina.
Ottimi gli interpreti e il doppiaggio italiano non era male con Claudio Santamaria che doppia per la seconda volta Bruce Wayne/Batman (lo aveva già fatto in Batman begins) e Adriano Giannini che doppia Ledger/Joker (ridordiamoci che il padre Giancarlo Giannini, doppiò il joker di Jack Nicholson nel Batman del '89) molto bene con leggerissime cadute di stile nell'interrogatorio con batman.
Un ottimo film che se non fosse per qualche pecca di sceneggiatura risulterebbe a mio avviso un capolavoro (sono un grande fans dei film d'azione e dei comic-movie).

P.S: Ma negli USA i giornalisti sono così ottusi come in Italia dove si continua a parlare di "film maledetto" volendo a tutti i costi attribuire la morte di Ledger al non riuscire a "staccare" da un personaggio, legando alla maledizione del film anche l'incidente avvenuto pochi giorni fa a Morgan freeman in macchina e addirittura al litigio tra Bale e sua madre... oppure sono più intelligenti ed hanno capito che ste cose non c'entrano nulla con il film? (tra l'altro l'unico morto sul set di TDK è stato solo un tecnico che collaudava la batmobile e nel mondo delle grandi produzioni, incidenti del genere capitano, mentre Ledger stava già girnado il suo nuovo film con Terry Gilliam... quindi non so cosa centri Joker).

P.P.S: Complimenti per il blog, lo seguo da un pò di tempo con molta curiosità, sarà perché mi piacerebbe venire negli USA a vivere per un pò di tempo (sogno condiviso con tutti quelli che come me vogliono lavorare nel cinema) o sarà perché è interessante vedere come la gente vive all'estero... cmq complimenti.

Scusate per il post lunghissimo.

nonsisamai ha detto...

darkdir: ma benvenuto! che commento interessante. per quanto riguarda la domanda, credo proprio che la leggenda della maledizione sia nata qui, ma non ne sento parlare spesso. non credo nella maledizione, ma sinceramente ti diro': dopo aver visto quel joker qualche dubbio e' venuto anche a me sul fatto che per lo meno interpretare un personaggio cosi' disturbato non lo abbia aiutato nella sua depressione. nessuno asapra' mai cosa e' successo, magari davvero e' stato solo un incidente, anche se risulta molto difficile crederci.