mercoledì 2 aprile 2008

il tipo vestito da statua della liberta'

La prossima volta che avro' voglia di lamentarmi per il mio lavoro prima cerchero' di pensare al tipo travestito da statua della liberta' che vedo tutti i giorni sul marciapiede mentre fa la pubblicita' dell'autolavaggio all'angolo. E sorride e si sbraccia anche. Tutto il tempo.
Passasse mai il capo.

14 commenti:

Fabione ha detto...

Dove mando il currculum?? Forse è più serio del mio di lavoro!!!

scricciolo ha detto...

fatemi sapere....almeno lui sorride tutto il tempo..

emmequadro ha detto...

senti, io all'angolo ho "rental man" (fai un google e capisci). te lo mando?

fragile093 ha detto...

Chissa' chi se la passa "meglio", la tua statua della liberta' o il mio Uncle Sam, al semaforo prima del college? LOL

Quando lo vedo ho il tuo stesso pensiero, tra l'altro. Cosi' come con gli innumerevoli pali umani sparsi per il metroplex, li' a reggere cartelli per ore, qualsiasi tempo faccia...

Anonimo ha detto...

nina

qui stanno facendo mobbing a una collega iscritta al sindacato che ha "osato" partecipare a uno sciopero.

se non è dittatura...

(e io non riesco a cambiare lavoro).

quasi vado a fare la statua della libertà. siamo quasi lì.

ciao ciao

Giuy ha detto...

almeno lui sta all'aria aperta :D

Raffaella ha detto...

Lo voglio io quel lavoro!

Ginevra ha detto...

se il signore travestito da statua della libertà può programmare le ferie a suo piacimento, potrei quasi prendere in considerazione il suo mestiere.

nonsisamai ha detto...

vedo che il poveretto ha addirittura concorrenza: siamo messi maluccio, he? allora ricordo: niente ferie o molto molto poche da queste parti e un clima a dir poco bizzarro che puo' andare dai - 10 ai +40. che ne dite siete ancora invidiosi? ;)

Daniele ha detto...

Ciao Non Si Sa Mai, passavo di qui per caso, attratto dalla vicinanza fra Dallas e Houston, ma poi mi sono accorto che c'è molto di più. Bei post, complimenti.

D

nonsisamai ha detto...

daniele: benvenuto! sono sempre felicissima di accogliere un "vicino" di casa, sono passata solo un attimo da te, ma mi sembra che siamo sulla stessa lunghezza d'onda, ti aggiungo alla mia collezione di link stranieri, a presto :)

Fabrizio Cariani ha detto...

a san francisco, qualche settimana fa, ho visto dei tipi che sulla schiena portavano dei maxi-schermi con varie pubblicita'. secondo me la tua statua della liberta' e' piu' contenta!

MiKo ha detto...

E' vero! Me li ero dimenticati! I "reggitori di cartelli" ai semafori... Che ogni volta che li incrociavo, prima di tutto mi salutavano (dato che, muovendomi a piedi, dovevo evidentemente essere un poveraccio) e poi immancabilmente mi chiedevano l'ora. Ed io, non avendo l'orologio, confermavo l'impressione di essere un poveraccio...
Saluti

Donna Cannone ha detto...

Eilà, come è vero?
Non dovrei lamentarmi, e invece lo faccio sempre. Ogni tanto stilo l'elenco dei lavoro cheproprio odierei fare, ma poi me lo dimentico....

(E' anche vero che ognuno deve stare a galla nel suo angolo di mondo)