lunedì 16 dicembre 2019

mentre guardiamo altrove

Mentre uscivamo dal supermercato prima è successa una cosa un po' bizzarra. Joe e Woody stavano mangiando tutti soddisfatti un bel pretzel appena sfornato. Un anziano, vestito in modo più che decoroso, se li è trovati davanti e ha esclamato con un bel sorriso qualcosa tipo:
- Mamma mia, quanto sembrano buoni quei pretzel! Quanto costano?
- Un dollaro - rispondo.
Adesso, io non so, forse ho frainteso tutto, ma ho avuto il dubbio che avesse dei problemi a mettere insieme un dollaro e che avesse fame.
- Posso offrirgliene uno? Mi fa piacere!
- Grazie mille, ma vede...-si fruga nelle tasche-
eccolo qua il dollaro!
Aveva tante monetine nel palmo della mano, sì forse tutte insieme avrebbero fatto un dollaro. Forse.
- Prenda questo, giusto per sicurezza, dovesse costare un po' di più - e gli ho dato l'unico dollaro che avevo.
Si è messo a ridere imbarazzato, ma ha accettato il mio dollaro.
E' un periodo che do da mangiare a tutti.
Ai corsi di formazione per insegnanti ho sempre sentito che ci sono bambini che soffrono la fame qui, ma non ho mai pensato proprio qui qui dove abito io. Questa è una zona abbastanza ricca o almeno normale mi pare, nè ricca nè povera. Eppure quando faccio qualche attività dopo scuola, mi capita spesso che qualche bambino mi dica che non ha la merenda. Una volta, due, tre. Potrebbero essere dimenticanze, anzi sicuramente saranno dimenticanze però nel dubbio, preferisco essere sicura che abbiano qualcosa nella pancia. Ora ho una specie di dispensa in classe.
Uno pensa sempre ai poveri come quelli seduti per terra a chiedere le monetine alla stazione, ma ci sono tanti tipi di povertà. Qui, ad esempio, costa tutto così poco che non ci vuole molto ad apparire curati, ma mangiare è un altro discorso...bisogna mettere qualcosa sotto i denti tutti i giorni.
Quante cose succedono intorno a noi mentre guardiamo altrove.

4 commenti:

Bulut ha detto...

Sei molto cara verso i tuoi alunni :)

Speranza ha detto...

Anche io ho la dispensa per gli alunni, ma in genere comunico alla classe che c’è un compagno senza merenda e tutti si prodigano a condividere una parte della loro.

nonsisamai ha detto...

Bulut: grazie!

Speranza: qui da me non credo si possa fare, non credo che i bambini possano condividere il cibo. Poi comunque è una cosa che preferisco passi inosservata ;)

Unknown ha detto...

My name is Mrs.Aisha Mohamed, am a Citizen Of Qatar.Have you been looking for a loan?Do you need an urgent personal loan or business loan?contact Dr James Eric Finance Home he help me with a loan of $42,000 some days ago after been scammed of $2,800 from a woman claiming to been a loan lender but i thank God today that i got my loan worth $42,000.Feel free to contact the company for a genuine financial service. Email:(financialserviceoffer876@gmail.com) call/whats-App Contact Number +918929509036