lunedì 19 maggio 2014

grande tony

Sono in questa sala d’attesa, mando messaggi e perdo tempo al telefono. C’e’ un anziano che in un certo senso incombe su di me. E’ molto alto e piuttosto robusto tanto da trabordare un po’ dalla sua sedia e sfiorarmi quando si muove. Lo ignoro. A un certo punto, prende coraggio e mi rivolge la parola:

- E’ inglese o spagnolo?

Si, ha sbirciato. O piu’ probabilmente voleva solo fare due chiacchere, come me del resto, che avevo ripiegato sul telefono giusto per non fare sempre quella che importuna gli sconosciuti.

- E’ italiano.

Da li’ come al solito e’ partita tutta la conversazione. Mi affascinava una cosa di lui: il fatto che pronunciasse sempre Aitaly e Aitalian, non l’avevo mai sentito. O forse l’avevo sentito e avevo sempre pensato di aver capito male. E’ americano, ma viene da un altro stato, a nord:

- Ci sono solo due posti in cui vivrei: qui e a San Francisco, ma San Francisco e’ troppo cara. Questo e’ un gran bel posto in cui vivere, sono qui da trent’anni e non ho mai conosciuto nessun texano che se ne sia andato. Siamo noi altri a voler venire tutti qui. Anyway. Conosci Tony?

- Veramente no...

- Oh c'mon! Come puoi non conoscerlo? Proprio tu che sei aitaliana! Tony e’ albanese e ha il ristorante aitaliano migliore della zona. Devi provarlo subito, davvero. E’ proprio qui vicino. Io e mia moglie ci andiamo almeno una o due volte al mese. Il nostro piatto preferito? I linguini con la salsa marinara, le melanzane e il pollo, da leccarsi i baffi. Grande Tony.

4 commenti:

MarKino ha detto...

la cosa veramente divertente sarebbe se Tony fosse davvero un'ottimo cuoco di cucina italiana, ma facesse meatball spaghetti perche` e` quello che la gente vuole. ridendo sotto i baffi tutte le volta che ne serve uno, pensando "ah, basta cosi` poco per fregarvi a voi. non la meritate l'amatriciana." :D

nonsisamai ha detto...

eheh :))
in realta' pero', per quanto a noi sembri assurdo mi e' capitato diverse volte di vedere la delusione degli stranieri nel provare qualcosa di autenticamente italiano. insomma, se cambiano i sapori a seconda dei paesi un motivo c'e'. io non l'avrei mai detto, ma in messico, in un'isoletta con una cucina regionale molto particolare, ho quasi digiunato... tex mex tutta la vita :))

MarKino ha detto...

ovviamente hai ragione, pero`, come quando fai notare che un italiano di brooklyn di terza generazione, lo chiameresti piu` italo-americano che italiano, allo stesso modo, i marinara sauce linguini with chicken and eggplant, magari davvero spettacolari, li chiamerei "cucina italo-americana". :)

Agnes P ha detto...

Verissimo! Degli amici americani in vacanza hanno mangiato di tutto, dal pesto a genova, ai tortellini a bologna, all'amatriciana a Roma... E quello che era piaciuto di più era... Gnocchi al pomodoro :)