lunedì 25 marzo 2013

il price matching

A volte vedo delle novita’ qui che mi piacciono moltissimo e mi viene voglia di raccontarvele, ma poi ho il dubbio che queste cose esistano uguali anche in Italia perche’ oramai sono sette anni che sono qui e sono cambiate talmente tante cose...

Ma il price matching, mi avete assicurato su FB, ancora non c’e’ o almeno non nel modo che ho visto qui.

Innanzitutto chiariamo cos’e’.

E’ una cosa che qui riguarda soprattutto i negozi di elettronica. Alcune grandi catene americane negli ultimi anni hanno chiuso i battenti e altre erano sull’orlo del fallimento perche’ la gente andava a guardare i computer o quello che gli serviva in negozio e poi lo comprava online a prezzi sempre migliori. Cosi’ ora molte catene hanno adottato un sistema estremamente intelligente a mio parere: se ti presenti li’ con la prova (basta una schermata sul cellulare) che quel computer o quell’oggetto online costa  meno, loro te lo vendono allo stesso prezzo.

E’ una soluzione che porta evidenti vantaggi sia ai rivenditori che sono tornati a fare affari che al cliente che puo’ comprare quello che gli serve al momento, senza aspettare giorni per la consegna a domicilio e al prezzo piu’ vantaggioso.

Prendete il mio caso. Mi serviva un computer nuovo immediatamente. Non avevo il tempo nemmeno di capire bene ccome lo volevo esattamente, cosi’ e’ stato utilissimo andare in negozio, giocare con le varie alternative, scegliere con calma quello che mi piaceva e comprarlo subito senza l’ansia del dover tornare a casa e vedere che magari su qualche sito lo vendevano a meta’ prezzo.

Tra l’altro era un computer appena uscito, il prezzo era uguale ovunque, ma l’offerta di ‘price matching’ valeva per un intero mese. Cosi’ un giorno, un certo rivenditore lo ha messo in offerta, siamo tornati indietro e ci hanno restituito ben centocinquanta dollari.

Una bella esperienza, non c’e’ che dire. Forse in futuro comprare sara’ sempre piu’ cosi.

9 commenti:

Pola ha detto...

In Italia non esisterà mai, è la patria dello scam, la filosofia è che non è colpevole chi frega il prossimo, ma è chi si è fatto fregare che è fesso.

Ricordo benissimo questa scena quando ero piccola, nella cartoleria di mia nonna: una mia amica aveva comprato una confezione di pennarelli qualche giorno prima, poi è tornata a lamentarsi che al supermercato costavano meno. La risposta che ha ricevuto è stata "dovevi pensarci prima" ed è stata praticamente zittita. Poi ha incontrato me personalmente per caso, e rievocandomi l'episodio ha definito mia nonna "una truffatrice".
Quindi stai tranquilla, certe cose in Italia non arriveranno mai.

Rita ha detto...

No,no!!!! In ITALIA ESISTE ECCOME.
Qui da me, provincia di Milano, ci sono negozi e grandi magazzini (mi pare Carrefour, Il Gigante, Iper e altri) nei quali, se dimostri che il prodotto costa meno in altri supermercati, ti applicano il prezzo inferiore.

Rita

fabio r. ha detto...

da me, in old Italy (centro) mai sentito... magari !!!

70millimetri ha detto...

Per un periodo brevissimo qualche negozio di elettronica (tipo expert o trony) hanno applicato questa cosa, ma non è mai attecchita, invece nei negozi online (tipo amazon) questa offerta esiste. Io ne ho usufruito per dei dvd, dalla data di pre-ordine a quella di ordine ci fu un calo di prezzo e ricevetti il rimborso...piacevole.

Zion ha detto...

alcuni supermercati lo applicano, ma devi dimostrare che il negozio in cui costa meno è entro un tot di km, e non vale per l'online.

nonsisamai ha detto...

pola: che bell'amica! :)
anche qui tua non avrebbe tutti i torti. cioe' se la tua amica fosse tornata indietro nel giro di poco con lo scontrino di sicuro le avrebbero ridato i soldi senza nemmeno chiedere qual era il problema, ma se fosse andata cosi' solo per lamentarsi mi sa che sarebbe andata piu' o meno allo stesso modo.

rita e zion: tipo questo dei supermercati invece qui non esiste o almeno io non l'ho mai visto.

70mm: vero? :)

Pola ha detto...

Ho visto solo dei siti online che promettevano "se lo trovi a meno, ti rimborsiamo la differenza" ma mi sembra sia stata un'uscita temporanea quando avevano un sottocosto "reale" (anche perché per usare la parola "sottocosto" devono sussistere certe condizioni - vengono controllati su queste pubblicità). Ovviamente poi s'è inabissato tutto, anche perché conoscendo gli italiani, tra i cavilli impossibili per il rimborso e la propensione allo scam degli acquirenti...

Ecco, ad esempio il fatto che ti ridiano i soldi in Italia è piuttosto raro (è a discrezione del venditore) e lo fanno solo le grandi catene di supermercati. Non ho una grande esperienza in merito, ma in generale ho sempre avuto la sensazione che 1) dipende dal commesso che hai davanti 2) devi prepararti una buona giustificazione per il tuo reso 3) aspettati un dibattito o qualche occhiataccia. Insomma preparati a scendere in trincea!

Per dirne una, proprio settimana scorsa ho visto online una stampante sul sito di un venditore di elettronica al dettaglio. Il prezzo pubblicizzato era scontato del 25%, ma quando facevo il checkout in realtà il prezzo era un altro (scontato di appena il 15%). Così ho chiamato il call center per segnalare la cosa. Per tutta risposta mi sono sentita dire che era un bug del sito e che lo avrebbero risolto. Ovviamente il giorno dopo era pubblicizzato al 15%. Ergo, la comprerò su amazon e non su quel sito.
:D

Sabina ha detto...

Il bello dell'America...

Audra ha detto...

Una volta, 2 anni fa quando vivevo a Reggio Emilia (sono americana di origine italiana) ho cercato di chiedere che si applicassero il prezzo inferiore a Comet (Reggio Emilia) ma mi hanno praticamente sbuttato la porta in faccia! :(