lunedì 14 gennaio 2013

italiani che si incontrano in giro

Ieri sera siamo andati a mangiare una pizza in uno dei nostri posti preferiti.

Ci viene voglia di una quattro stagioni, cosi’ chiediamo alla commessa se e’ possibile avere una pizza con il prosciutto, le olive, i carciofi e i funghi separati gli uni dagli altri, visto che non c’e’ nel menu.

Dice subito di no, solo tutti mischiati, chissa’ perche’, ma dalla cucina spunta una voce italiana:

- Una quattro stagioni?

- Si, come in Italia!

Rispondiamo con un gran sorriso.

E lei fa senza sorriso:

- Va bene.

E dovete capire che qui non e’ come a New York, qui di italiani ce ne sono pochissimi, e’ raro incontrarsi per caso.

Insomma, finisce li’ mentre io mi aspettavo la solita simpatica e banalissima conversazione da italiani all’estero. Da dove vieni, come ti trovi, le solite due cose che ci si dicono in questi casi, ma che e’ carino dirsi.

Piu’ ho voglia di incontrare italiani e piu’ faccio incontri deludenti. Da tipo sei anni, forse dovrei cominciare a lasciare perdere.

Niente, questa signora era un ghiacciolo, proprio infastidita. E se e’ strano per un italiano secondo me essere cosi’ freddo, ancora di piu’ lo e’ per un negoziante. Avra’ avuto una brutta giornata, pero’ e’ stato bello per un attimo trovare qualcuno che ti risponde in italiano e capisce subito di cosa stai parlando. 

Come e’ successo con l’email che ho mandato al Consolato Italiano di Houston! Non ci posso ancora credere! Sabato sera avevo un dubbio atroce su un documento che sto cercando di ottenere e stamattina alle 7,40 ho trovato un’email con tutte le istruzioni che mi servivano. E non e’ la prima volta che sono cosi’ efficienti. Mi viene voglia di mandarle un mazzo di fiori a questa oscura burocrate che in un lunedi mattina qualsiasi mi restituisce fede nel mio popolo.

Buona settimana!

5 commenti:

cielosopramilano ha detto...

Tu mandi una mail e ti rispondono alle 7.40.
Non è houston. E' marte.

70millimetri ha detto...

Questo post mi ha fatto venire in mente una cosa che mi capita quando,trovandomi all'estero,sento parlare italiano.
Improvvisamente se sto parlando italiano,smetto subito e cerco,per quanto possibile,di parlare la lingua del luogo,insomma mi nascondo.
Non riesco a darmene una spiegazione, tu che ne pensi?

[DP] ha detto...

70millimetri.. sai quante volte è capitato a me in 12 anni di viaggi.. già anche quando negli states mi scoprono dall'accento e iniziano a sfarfugliare di berlusconi ....che odio !! ahahahah

ecco perchè XD

isadorablumenthal ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
nonsisamai ha detto...

70mm: credo che sia completamente normale perche' sei via proprio per cambiare aria e conoscere persone nuove invece quando vivi da tanti anni in un posto dove non senti mai la tua lingua, ti viene spontaneo il contrario.