giovedì 13 settembre 2012

a chi chiedi aiuto

In questi giorni, la mia vita e’ un bel po’ complicata dal fatto che un paio di persone mi hanno chiesto aiuto. Pero’ in fondo mi fa piacere. Ho realizzato oggi mentre guidavo che ci sono voluti sei anni per avere qualcuno che mi chiede aiuto. L’aiuto, soprattutto in situazioni serie come queste qui, non lo chiedi a chiunque, ma solo a qualcuno che consideri davvero tuo amico o per lo meno di cui ti fidi veramente. Per me questo e’ un segno di amicizia e mi lusinga. Si’, domani mi lamentero’ di essere stanca, ma e’ un piccolo passo avanti nella mia difficile vita relazionale da emigrante.

5 commenti:

Cherie Carrie ha detto...

Tutto vero!

MaEstro-Buitre ha detto...

E allora buoni aiuti. Goditeli fino all'ultima fatica, all'ultima goccia di sudore.
Ciao!

Sabina ha detto...

Naaaaaaaaaaaaaaaa!!!
Ma anche gli americani sanno chiedere aiuto???!
=)

Valentina VK ha detto...

eh si, se l amico si vede nel momento del bisogno, vuol dire che ti considerano un amica!

Cappuccino e Baguette ha detto...

Qui in Francia dicono..Bon courage! ;-)