mercoledì 25 luglio 2012

cose che si sentono qui sulle armi

Sbirciavo un dibattito sulla strage del cinema di Aurora, che si e’ presto trasformato in un dibattito pro o contro il diritto a tenere armi private con se’ ovunque. C’era questo tale che difendeva il diritto ad essere armati con ogni classica motivazione repubblicana. La costituzione, la liberta’, …quando succede qualcosa la polizia arriva dopo solo chi e’ coinvolto puo’ intervenire al momento e salvare la propria famiglia… e altre idiozie di questo tenore. Me lo sentivo che lo avrebbe detto, ma ancora in qualche modo speravo che non si rendesse ridicolo fino a questo punto.

- Se il cinema non fosse stata un’area dove e’ proibito entrare armati, sicuramente ci sarebbe stato qualcuno in grado di fermare l’assassino.

Sta a vedere che e’ stata colpa del cinema. Buio, fumo, confusione, panico, spari, morti. Ma ci rendiamo conto di quello che sarebbe potuto succedere se altri fossero stati armati in una situazione del genere? Quante possibilita’ avrebbe avuto un poliziotto di individuare il killer in un simile inferno? E quante una madre di famiglia come ce ne sono tante qui con la pistola in borsetta o un tizio qualunque di non commettere un tragico errore o di non farsi ammazzare a loro volta per sbaglio?

Il guaio e’ che qui ci deve essere davvero tanta gente che la pensa cosi’.

8 commenti:

Silvia Pareschi ha detto...

Con varie sfumature, però sì, tantissima. Molto più di quella che possiamo immaginare (non solo i repubblicani, cioè).
E' una di quelle differenze culturali insuperabili, che a volte mi fanno pensare di essermi trasferita su Marte.

MarKino ha detto...

the right to bear arms ....

70millimetri ha detto...

Sulle armi se ne è discusso tanto,l'esempio più dettagliato forse è il film di Moore: Bowling for Columbine.
Ci sono dei motivi economici nazionali (forti) e motivi sociali (deboli) per cui il possedere un arma è cosa socialmente accettabile e plausibile.
Francamente non mi sento nemmeno di condannare il possesso stesso delle armi, in alcune situazione potrebbero risultare utili, però mi allineo a quello che disse un comico americano (credo fosse Chris Tucker): vada per le armi ma mettiamo i proiettili a 50 dollari l'uno.

MarKino ha detto...

chris rock diceva 5000 dollari a proiettile ...

Zion ha detto...

posso chiederti un lume? è comune portare figli di sei anni a vedere un film d'azione a mezzanotte? Sei anni, tre mesi...insomma, per me sarebbe inusuale portare un bambino così piccolo fuori dalle mura domestiche a quell'ora, ma magari è uno scrupolo solo mio.

Cherie Carrie ha detto...

A me sembra che spetti allo Stato dover proteggere i cittadini e che liberalizzare ulteriormente mette ancora di più a repentaglio la sicurezza di tutti soprattutto di innocenti. Con la superficialità con cui si "considera la vita" degli altri direi che sarebbe strage ogni giorno!

70millimetri ha detto...

Sul Chris e sul 5, ho indovinato ;)

nonsisamai ha detto...

scusate in questi giorni non ho molto tempo di rispondere ai commenti. volevo solo dire a zion che no, non e' per niente comune. devi considerare che c'era tantissima attesa per questo film, di sicuro era una cosa molto speciale per quei bambini essere alla prima di batman.