giovedì 19 luglio 2012

penso alle zanzare

Domattina si parte, è dura. Da quando mi sono trasferita, ho scoperto che tornare in Italia è un rischio enorme. Ci sono talmente tante aspettative in un ritorno sporadico come questo che basta davvero poco perchè vada tutto a rotoli. In questi anni, qualche volta è andata bene, qualche altra volta meno bene, ma mai come in queste settimane è stato tutto perfetto. Ho avuto tutto quello che immaginavo nelle mie piu' rosee aspettative. Famiglia, amici, coccole, libertà e tantissima musica. Ora sono divisa fra l'impulso di buttarmi dritta dritta dentro a tutte queste emozioni e farmene travolgere e quello a trattenere il fiato almeno fino a Dallas. Anche perchè se piango, sull'aereo mi viene il mal d'orecchi e no, non non ne ho proprio voglia. Adesso mi metto a letto, chiamo Mr. Johnson che sa sempre cosa dirmi e poi cerco di pensare alle zanzare. Finalmente chiudo con queste maledette zanzare milanesi, non se ne poteva piu'.
 

8 commenti:

Cervello fuggito ha detto...

tornare a casa è sempre una cosa bellissima.. ma se per farlo devi lasciare "un'altra casa" non è per niente facile..
ti capisco
buon rientro

tizi ha detto...

Non ci resta che dare colpa a queste stramaledette zanzare !!! Buon rientro anche da parte mia !

Marica ha detto...

gia', direi che e' andata fin troppo bene e il rientro sara' dura :-/

coraggio!

b & k ha detto...

Buon rientro! Pare che sia proprio nell'aria questo distacco difficile. Vedrai che il tuo uomo sapra' dirti le parole giuste!

Anonimo ha detto...

un abbraccio!
valescrive

ero Lucy ha detto...

Oh tesoro.. :( io ti mando un abbraccio. Grande Mr, appoggiati a lui.

Zion ha detto...

a quest'ora forse viaggi. E allora, ciao zanzare, e buon ritorno a Casa.

Baol ha detto...

Le zanzare milanesi...minchia cosa mi hai ricordato...