martedì 15 maggio 2012

ben mi sta

L’anno scorso per la festa della mamma, avevo chiesto a Mr. Johnson un cactus pensando che lui, conoscendomi come mi conosce, comprendesse perfettamente che non volevo davvero un cactus. Ecco quel fantastico cactus e’ stato al centro di discussioni e battute per mesi e mesi, anzi ancora viene nominato di tanto in tanto.

Allora quest’anno, ho deciso di sforzarmi tantissimo e, per una volta, di essere chiara e semplice. Ho detto e ridetto quello che volevo senza nessuna possibilita’ di malinteso. Giuro, stavolta si capiva.

Il mio vicino - quel fenomeno che si era scusato perche’ aveva pensato fossi messicana - mi aveva subito messo in guardia.

- Non puoi chiedere una bicicletta per la festa della mamma, e’ un errore immenso! Dammi retta se non vuoi ricevere un frullatore l’anno prossimo!

Ma io volevo proprio una bicicletta, non ne ho mai avuto una da quando viviamo qui e mi serve, la voglio.

L’altro giorno, Mr. Johnson era tutto contento come quando non vede l’ora di darmi un regalo e continua a parlarne e a darmi mille indizi non richiesti (che a me piacciono le sorprese, anzi mi piacevano) e puntualmente non riesce a resistere e mi obbliga ad aprirlo in anticipo.

Il pacchetto era davvero piccolo, ho subito escluso fosse una bicicletta. Non ci sarebbe stato nemmeno il cestino in quel pacchetto.

Infatti, era un braccialetto, un altro braccialetto. Mr. Johnson adora regalarmi braccialetti. Bello, eh, molto. Ma, non riuscivo proprio a smettere di chiedermi perche’ non ho ricevuto quello che avevo chiesto.

Si, alla fine glielo ho chiesto, non riuscivo a vivere con questo tarlo, ero troppo curiosa.

- Ah la bicicletta… ma non ti avrei mai regalato una bicicletta! Ti saresti offesa a morte. Sarebbe stato come regalarti un frullatore e poi ti ricordi l’anno scorso con il cactus?

Ben mi sta.

6 commenti:

ero Lucy ha detto...

hahahahahahaha povera!!! :))

mariantonietta ha detto...

grasse risate qui a lisbona, l'ho letto ad alta voce al Capitano e anche lui avrebbe fatto lo stesso...

Fabrizio Cariani ha detto...

Non ricordo se ho commentato l'anno scorso, ma sulla storia del cactus sono in armonia con Mr. Johnson (ricordo di averci pensato 5 minuti: "ma in che senso non vuole il cactus?".) C'era troppa sottigliezza nel tuo ragionamento.

E ora l'hai confuso per sempre!!!

Marica ha detto...

ma che male c'e' nel regalare/ricevere un frullatore?
cosa darei per un bel baby food processor... ah! :-)

alinipe ha detto...

La bicicletta e' davvero una bella idea!
Pero' il cactus dell'anno scorso aveva un suo perche'... disse colei che ricevette come dono per l'anniversario due ranocchie nane in una scatolette di plastica ;)

Alice biciclettatrice

riruinglasgow ha detto...

ahaha nooo non capiscono mai niente. Il mio fidanzato mi aveva regalato una macchina digitale, che ho odiato profondamente e apertamente, e l'anno dopo con cosa si presenta? Con una cornice digitale.