domenica 15 gennaio 2012

povere orecchiette, che brutta fine

Cassandra, mesi fa, ha ricevuto mezzo chilo di pasta italiana artigianale e mi ha chiesto se potevo cucinargliela io che lei non era capace.

Non sono un gran genio della cucina -anzi il mio proposito per il 2012 e’ migliorare assolutamente questa cosa che mi crea un sacco di frustrazione e malumore circondata come sono da casalinghe piu’ o meno disperate- pero’ ho pensato che stavolta ce la potevo fare e senza nemmeno sforzarmi tanto, che era un compito alla mia portata. Con una pasta cosi’ buona basta un semplicissimo pomodoro fresco, no? Poi di domenica, che meraviglia di pranzo. Infatti, perfetto. Tra l’altro, all’ultimo minuto sono passati un paio di amici e li abbiamo invitati a restare, cosa c’e’ di meglio nella vita?

Un petto di pollo, deve aver pensato Cassandra. Ha tagliato il petto di pollo arrosto del supermercato avanzato ieri sera e lo ha messo a tavola. Fin qui tutto bene. Pasta come primo, pollo come secondo, pero’ un po’ pochino e poi tagliato a listine, che strano. Abbiamo assaggiato la pasta con il pomodoro ed era buonissima. Tutto procedeva per il meglio, ma evidentemente dopo un po’ i miei ospiti devono aver cominciato a trovare la pasta cosi’ leggermente noiosa e allora e’ accaduto quello che non avrei mai potuto prevedere o forse anche si, ma cercavo di non spingermi cosi’ oltre nel pessimismo.

Ebbene. Hanno cominciato ad aggiungere alla mia pasta artigianale buonissima con il pomodoro fresco dei pezzi di petto di pollo per di piu’ freddo, bianchissimo, brutto, una cosa inguardabile.

- Posso averne ancora?

Cassandra agile afferra il pollo, io in un attimo la pasta.

- Pollo grazie, molto buono.

 

Mi sento molto umiliata ora, sappiatelo.

15 commenti:

Valeria ha detto...

Io questa cosa che mettono il pollo nella pasta non la sopporto!

Marica ha detto...

mi sento male solo a leggerle queste cose...

Silvia Pareschi ha detto...

Lo dico sempre, io. Ci sono alcuni che nascono senza le papille gustative. Poverini.

Anonimo ha detto...

io mi riconosco in tutti e tre i commenti precedenti. :)
valescrive

Nonsisamai ha detto...

Ragazzi Che Schiaffo morale Pero'...

Ali ha detto...

Del resto sui menù si legge "Farfalle with chicken, a tipical Italian favourite"
MA DE CHE?!!?!??!

La prossima volta le orecchiette falle con i broccoli saltati e un po' d'aglio (alla pugliese), magari apprezzano di più :)

Angela ha detto...

Non ti curar di loro, ma guarda (continua a cucinare all'italiana) e passa!

MarKino ha detto...

non e` colpa tua, e` che i non-mediterranei proprio non ci arrivano, non la capiscono la nostra cucina (qua in germania la pasta e` un contorno sostitutivo delle patate ... in mensa spesso te la servono scondita con una schnitzel di fianco e una salsa come fondo) ...

Baol ha detto...

Non è colpa tua, l'orecchietta va capita!

mariantonietta ha detto...

è vero, la pasta la vogliono ipercondita, non è colpa tua! io vedo cose oscene. il mais nella pasta? e da quando? o peggio ancora spaghetti conditi con ketchup! non era la tua pasta il problema, è che loro non sanno come si mangia la pasta!
@ali: pasta con i broccoli tipica pugliese? volevi dire con cime di rapa...

mari (da bari con furore)

Lucy van Pelt ha detto...

Awwwwwwww.....
In merito alle orecchiette con cime di rapa (metto pure un'acciuga a soffriggere) che io adoro: forse qui non gradirebbero l'aglio. Garlic, nuova peste del nostri giorni.

nonsisamai ha detto...

mia nonna o cime di rapa o sugo di carne. broccoli proprio mai.

Ali ha detto...

I miei nonni di Terlizzi (BA) le facevano con le cime di rapa o con i broccoli! :)

nonsisamai ha detto...

prego esibire certificato di nascita dei nonni.

:))

destinazioneestero ha detto...

Che tristezza! Incapaci di apprezzare la nostra buonissima pasta al pomodoro. Sappi che me ne sto facendo delle scorpacciate in questi giorni che mi è arrivata la passata dall'Italia, quella della migliore marca. Spaghettini n. 3, salsa di pomodoro e tanto parmigiano: gnam!