mercoledì 7 dicembre 2011

a che ora finisce la festa?

Ecco questa e’ una di quelle domande che davvero in Italia non ho mai sentito.

Ma come a che ora finisce la festa? Finisce quando siamo stanchi o ubriachi o tutt’e due le cose, no?

Se ti invito e’ perche’ mi fa piacere vederti e se mi fa piacere vederti, di sicuro non ti caccio. Che noia questi party americani pieni di regole, si puo’ anche andare un po’ a braccio nella vita. O no?

Questo per dire che domani e’ il compleanno di Slipino e sabato faremo una grande festa, grande per le dimensioni della nostra casa almeno. A proposito, chissa’ dove metteremo tutti. Forse e’ banale perche’ in fondo e’ solo un compleanno, ma siamo davvero emozionati. E’ stato un anno pazzesco e abbiamo voglia di festeggiare il nostro piccolo ragazzino.

Io ho deciso di regalargli qualcosa che sia fatto a mano da me, ma come al solito mi sono fatta un attimo prendere la mano. E’ un arca di Noe’ gigantesca che non so nemmeno se finiro’ per tempo a questo punto. Mr. Johnson mi ha gia’ fatto riflettere sul fatto che appena attacchera’ con i dinosauri, e se tanto mi da’ tanto non sara’ fra tanto, il quadro dell’arca di Noe’ bambinesca verra’ gloriosamente esposto in solaio per sempre. Ma si,  a volte le cose e’ bello farle per farle. Anche stando in piedi fino alle tre di notte per farle. 

Ieri sera finalmente, abbiamo finito il suo albero di Natale. Non potevo rassegnarmi all’idea di non fare l’albero per paura che se lo tirasse addosso e cosi’, con Mr. Johnson abbiamo studiato una soluzione alternativa. Il nostro segreto, e’ che abbiamo sempre un piano b noi due.   DSC04630

La casa e’ piena di luci e fuori finalmente fa freddo, e’ strano questo connubio perfetto di nostalgia e felicita’.

15 commenti:

Anonimo ha detto...

che bravi! siete molto creativi.
tanti auguri al piccolo e si' quando finisce la festa fa tanta tristezza
valescrive

nonsisamai ha detto...

grazie vale. in realta' la malinconia coesiste gia' ora. pensare che l'anno scorso tutta la mia famiglia era qua con noi...

mariantonietta ha detto...

bella questa idea dell'albero così, prendo nota.
e tanti auguri al piccolo! ;)

NotreAnne ha detto...

bellissimo l'albero!!

Elisen ha detto...

e' bellissimo!

Zion ha detto...

geniale, geniale, geniale!!! slipino crescerà immerso nelle idee più creative che abbia mai visto applicare in una casa!!! siete meravigliosi <3

MarKino ha detto...

"quando finisce la festa?" lo mettiamo anch'esso nella lista delle Differenze Culturali: comportamenti che se me li facesse un'italiano m'offenderei.
se un'invitato a casa mia mi chiedesse quando finisce il tutto, io gli risponderei seccco: ma che, hai altro da fare? devi andare da qualche altra parte dopo?

cmq buon compreanno a Slipino!

Spiessli ha detto...

So che non fa testo, ma anche qui in Svizzera tedesca di solito quando annunciano una festa subito dolo l'ora d'inizio c'è quella in cui si è invitati a smammare...

Comunque sia: tanti, ma proprio tanti tanti auguri al piccolo Slipino e anche a voi!
E a questo punto aspettiamo un primo piano dell'arca!

Valeria ha detto...

Auguri piccolo Italo-Americano, ti auguro di sentire, percepire, assaporare e apprezzare attraverso la tua mamma la nostra Italia, la cultura, la bellezza della lingua, il culto della cucina, il nostro modo di distinguerci in qualche modo dagli altri, ti auguri di respirare quell'aria dove ti trovi ora, perché ti renderà' unico per sempre.

Valeria.

destinazioneestero ha detto...

hehehehe! Anch'io sono rimasta sorpresa quando ho visto sui biglietti d'invito delle mie figlie non solo l'orario d'inizio (che quello si usa anche da noi), ma anche quello del termine della festa...
A dir la verità quando eravamo in Eritrea era assolutamente importante metterli entrambi e anche facendo ciò ti ritrovavi i bambini in casa ancora alle 9 di sera...

nonsisamai ha detto...

grazie a tutti!! :)

nonsisamai ha detto...

markino: assolutamente, pero' qui non si chiede mai durante la festa, ma prima della festa (prevedendo di fare immensi bagordi...)

nonsisamai ha detto...

spiessli: niente, non ce l'ho fatta! mi mancano ancora le zebre, i panda e gli ippopotami...e' da un mese che ci lavoro, ma e' davvero grande...

destinazione estero: caspita, pensavo gli africani fossero piu' come noi! e soprattutto non sapevo avessi vissuto anche li'...interessantissimo!!

mariantonietta ha detto...

è arrivato l'invito dall'ufficio del Capitano alla festa di natale. indovina? c'era l'ora in cui si è invitati ad abbandonare il luogo della cerimonia.
grasse risate...

nonsisamai ha detto...

sia mai che volessi piantare le tendo ;)