mercoledì 8 settembre 2010

impressioni da emigrante

L’altro giorno ho fatto una chiaccherata su skype con una mia amica che vive in Italia e che ha passato un paio di mesi a insegnare in una piccola scuola in India. Mi ha raccontato tante cose. Diceva, per esempio, che si’ tutti sembrano molto piu’ calmi e tranquilli di noi, ma forse e’ solo perche’ quello e’ l’unico modo per vivere li’, in quelle condizioni.

- Qualunque cosa tu voglia fare, e’ complicata. Per una cosa che qui ci metteresti cinque minuti, li’ devi calcolare una settimana.

Ecco, con tutto l’affetto e la nostalgia in fondo avrei potuto dire esattamente la stessa frase parlando dell’Italia.

9 commenti:

Anonimo ha detto...

Il punto e' capire perche' ormai tutto, proprio tutto tutto, debba essere fatto alla svelta. Dov'e' che dobbiamo andare esattamente con questa fretta?

valescrive

nonsisamai ha detto...

non si tratta solo di fretta, ma di semplicita'. ci sono tante cose migliori da fare piuttosto che stare in coda per qualunque cosa e innervosirsi. specialmente se stai male, come e' successo a mio padre quest'estate (9 ore in un pronto soccorso per essere poi dimesso 'con codice bianco' e essere subito dopo operato d'urgenza)

Ali ha detto...

E' verisssssssimo! (alle prese con una riscossione di una multa già pagata e mille telefonate da fare per riuscire ad eliminare questo debito che non ci spetta...)
Mi mancava questo genere di cose...

Anonimo ha detto...

Negli USA sono generalmente piu' veloci e piu' semplici. Pero' proprio in questi giorni ho dovuto prenotare un esame, ho telefonato a un centro privato in Italia e a uno negli USA. Nel primo mi hanno dato appuntamento in un attimo, nel secondo ho dovuto parlare con cinque persone per cercare di capire modalita' e costi. Pero' si' in genere in Ammeriga sono piu' efficienti.
valescrive

Marica ha detto...

gia'... a volte penso che quello che pensiamo noi italiani quando andiamo in india, lo pensano anche gli americani e i giapponesi quando vanno in italia....
a partire dall'uso del clacson! :-)

palbi ha detto...

aspetta aspetta che mi sono intrippato nel calcolo. Se una settimana indiana equivale a 5 minuti italiani e una settimana italiana equivale a 5 minuti americani, tecnicamente una settimana indiana per la proprieta' transitiva dura il tempo di chiedere "How are you doing?" negli States
Right?

Valeria ha detto...

Io non so che dire ragazzi, ma a me tutta la frenesia di New York mi fa rimpiangere spesso la calma di Roma. Se qui' non corri rimani schiacciato.
V

nonsisamai ha detto...

valeria: dovresti venire a dallas allora! per uno che viene da milano e' come vivere in campagna :)

nonsisamai ha detto...

e poi comunque ragazzi, io non parlavo affatto di fretta, ma di semplicita' e di efficienza, di burocrazia ridotta al minimo.