giovedì 4 febbraio 2010

crack!

Scusate ma a me questa storia di Morgan fa un po’ ridere. Lui avra’ sicuramente provato a fare il furbo, su questo non ci piove, ma si puo’ essere piu’ ipocriti? Allora cosa facciamo bandiamo anche le poesie di Baudelaire, i romanzi di Kerouac, i saggi di Freud, le canzoni di Jim Morrison, i quadri di Basquiat, di Degas, di Manet , Van Gogh, Picasso, Gauguin……………………………………..?

E anche quel Dante li’ con tutti quei viaggi non ci convince mica, ma si’ bandiamo anche lui.

14 commenti:

Ali ha detto...

Eh ma... Sanremo è Sanremo.

:)

Non credo di conoscere gente che lo segue, a parte... no, proprio nessuno.

Francesca ha detto...

(A parte Sanremo che dovrebbero proprio abolirlo).....ma non ti viene mai il dubbio che a questo mondo ci siano dei valori morali che è necessario conservare? Inoltre non capisco: se lui è libero di drogarsi e di dirlo apertamente, perchè altri non possono essere liberi di criticare la sua scelta e prendere eventuali provvedimenti? Ma che esempio diamo ai giovani se gente come lui aumenta la propria fama in questo modo (p.e Kate Moss)!? E poi......vuoi paragonare Dante, Jim e gli altri che hai menzionato al contributo culturale di Morgan e compagnia??? Siamo seri!!

palbi ha detto...

eh ma loro mica usavano le loro dipendenze per farsi pubblicita'. Io trovo che sia questa qui la cosa squallida

Baol ha detto...

Concordo appieno

e poi, sai quanti dovrebbero essere esclusi da Sanremo?!


Per manifesta inferiorità però...

Elisen ha detto...

la solita ipocrisia italiana del cazzo..

nonsisamai ha detto...

francesca: non e' questo il punto. il punto e' che bisogna giudicare il lavoro di un artista non il suo stile di vita. pensa che caravaggio pare fosse un assassino: togliamo i suoi quadri dalle chiese?
e poi davvero! in un paese dove i parlamentari si rifiutano di farsi il test antidroga...questa storia e' ridicola sotto tutti i punti di vista. e questa deriva moralista e proibizionista che e' pericolosa non quello che fanno gli artisti.

ParkaDude ha detto...

La migliore analisi fino ad ora: e' un pirlotto che ha giocato sempre a fare l'intellettuale sopra le righe col pubblico di zotici fintoperbenisti di Maria de Filippi. Non si incazzi per le conseguenze di una frase del genere suscita, appunto, negli zotici fintoperbenisti.

La migliore analisi e' spiegata meglio qui:

http://www.malvestite.net/2010/02/03/morgan-in-fondo-ci-e-andata-bene-che-di-rencente-non-se-letto-qualche-fumetto-erotico-sui-filosofi-greci/

Peace :-)

Francesca ha detto...

...ma non è una questione di proibizionismo è questione che ci sono delle cose oggettivamente giuste e altre oggettivamente sbagliate. Quello che porta alla deriva è il fare passare tutto per buono perchè "tanto ognuno decide per sè". Mi stupisco che una persona come te e, per di più, che ha un compito così delicato come quello dell'educazione dei bambini, dia dei giudizi così semplicistici su questioni tanto delicate!!! P.s. e poi il Caravaggio a suo tempo non ha certo pubblicizzato i fatti suoi.....(poi per stemperare i bollori ti manderò una ricetta di un dolce infallibile!)

nonsisamai ha detto...

parkadude: lo leggo dopo! peace? ma magari!! :)

francesca: ma no, quali bollori, manda manda! :)
certo che pero' "è questione che ci sono delle cose oggettivamente giuste e altre oggettivamente sbagliate" e' una frase pesante come una peperonata...

Francesca ha detto...

Ma perchè... maltrattare un bambino è giusto o sbagliato a seconda o sempre e solo sbagliato? per me ci sono dei principi imprescindibili ....E nel caso specifico è legittimo drogarsi visto che sei un artista? oppure per essere artista bisogna drogarsi?

Comunque: prendi una stecca di torrone alle mandorle (tipo quello che ti è avanzato a Natale) lo spezzetti finemente, lo amalgami nella panna montata (quantità pari a una vaschetta da un kg di gelato) lo metti nel congelatore dentro una vaschetta da plum cake (rivestita di pellicola così fai prima a "scodellarlo") e lo servi dopo qualche ora a fettine con sopra il cioccolato fuso!!!

ParkaDude ha detto...

Francesca, al limite ci possono essere delle cose generalmente condivise.

La morale non e' oggettiva. Anche io ho dei valori su cui non transigo e probabilmente molti li condivido con te. Ma siamo io e te (e altri), non puoi dire che e' oggettivo.

Non voglio trascinare la discussione sulla definizione di morale, eh, solo che non riesco a non farti notare che non si puo' parlare di oggettivita' per quanto riguarda le regole. Ad esempio: che uno si strafaccia di crack (o dica di farlo per tirarsela) e poi vada cantare a Sanremo, per me, va benissimo; vedo solo tanta facciata perbenista nelle reazioni indignate, e la rai ferma agli anni '60.

fusis ha detto...

secondo me è anche questione di coerenza...come dice Ema, Morgan è un artista e non un educatore o un leader o un politico. Non deve dare lezioni di morale, insegnamenti di etica o esempi particolari. Deve esprimere la sua arte e su quello va giudicato. che abbia sbagliato a fare outing in quel momento ed in quel modo è fuor di dubbio, ma un paese che accetta che i politici (che fino a prova contraria dovrebbero essere esempio di etica)siano scivolati in una totale perdita di buongusto e che non abbiano la benchè minima regola di "buona creanza", figuriamoci di moralità...beh..fare la ramanzina a Morgan mi pare esagerato. E' sempre una questione di punti di vista, di situazioni, di appropriatezza direi..

Francesca ha detto...

Non posso non risponderti su questa frase (in modo provocatorio ovviamente): "politici che fino a prova contraria dovrebbero essere esempio di etica", ma chi l'ha detto? c'è una regola? Fino a prova contraria la storia ci insegna che ben pochi sono stati i "sovrani illuminati" e la maggior parte si è comportata come più le è convenuto spesso anche a discapito della vita dei "sudditi"....ma questo è un altro tema!! ciao a tutti!

nonsisamai ha detto...

francesca: peccato! non ho torrone, ma la ricetta la provo senz'altro prima o poi, sembra semplicissima, grazie!

per l'altro discorso invece, come immaginerai, non sono d'accordo nemmeno questa volta. non si possono mischiare cose cosi' diverse: un conto e' uno che si droga, droga se stesso appunto, e un conto e' uno che fa del male fisico a qualcun'altro, per di piu' indifeso. mi hai fatto venire in mente quell'episodio di family guy con marilyn manson che fa se stesso. guardatelo se lo trovi. family guy e' dissacrante (ogni tanto perfino rivoltante) ma in quel caso diceva una cosa giusta secondo me: se pensi che tuo figlio si faccia influenzare da un cantante come manson o da chiunque altro prima di tutto rifletti sul tuo rapporto con lui, sulla qualita' e sulla quantita' di tempo che gli dedichi e forse scoprirai che il problema non e' fuori ma dentro casa.
oltretutto se educare si vuole che messaggio si sta dando a tutti quei giovani che in questo momento hanno problemi di droga? ammetti di drogarti, di avere un disagio, una depressione e il giorno dopo, sei fuori. fine. senza nemmeno pensarci. non vieni aiutato, ma emarginato, che bella societa'.