venerdì 7 agosto 2009

come biglie sul pavimento

Nella quotidianita', quando ci occupiamo di qualsiasi cosa, il nostro cervello lavora, si', ma solo in prospettiva del raggiungimento di uno scopo. La mente non puo' divagare pressata dalla contingenza e difficilmente ha lo spazio necessario per creare idee nuove, brillanti. L'intuizione stessa e' ostacolata. Bisogna creare dei momenti in cui non si ragiona in modo arido e automatico, ma si lasciano correre i pensieri liberamente, come biglie sul pavimento.


Credo proprio sia questo il senso di questa lunga estate solitaria.

5 commenti:

fabio r. ha detto...

l'importante poi è non scivolarci sopra e fare un capitombolo!

nonsisamai ha detto...

quello succede spesso...

sancla ha detto...

lasciale scorrere!
:)

eccemarco ha detto...

mi piace moltissimo la metafora delle biglie sul pavimento. sarà che ce la siamo scambiata qualche anno fa? mi è capitato di pensare alla stessa identica immagine. weird, I mean, in a fun way! :)
take care.

nonsisamai ha detto...

ecce: in che senso ce la siamo scambiata?