giovedì 5 giugno 2008

l'ultimo giorno di scuola e la vittoria di obama. e sex and the city e indiana jones

Ma come si fa a non assecondare "l'ondata polemica" suscitata dalla semplice allusione a "Sex and the city", il film, nel post precedente?
No, no non si puo', anche perche', e' vero che e' solo un film, neanche dei migliori, ma come sempre tutto fa brodo quando si tratta di raccontare le sfumature, le diversita' fra qui e li'.
Allora, come vi dicevo io sono andata a vederlo quasi subito. Giudizio?
Dopo due ore e mezza senza intervallo, quando e' finito io e la mia amica ci siamo guardate in faccia e con il nostro Carrie's Cosmo fra le mani (questa e' un po' inventata, ma mi piaceva) abbiamo esclamato all'unisono Quando ce lo rivediamo?
Magari la prossima volta a casa pero', che appena e' finito il film (due ore e mezza senza intervallo) si sono riversate nel bagno centinaia donne esagitate e siamo dovute scappare.
E lo so MaestroBuitre, che ci sono andati anche i maschietti a vederlo, ma io non ne ho visto nemmeno uno, si saranno giustamente fatti intimidire da tutto quel chiacchericcio.
Non so in Italia, ma dovete sapere che qui ci sono almeno un paio di canali, che io sappia, su cui le puntate della serie hanno sempre continuato a essere trasmesse e c'e' stato un martellamento pubblicitario durato mesi attorno a questo film. Ovunque. In praticamente tutti i programmi televisivi e radiofonici dai piu' seri ai piu' ameni si parlava del film o si intervistava qualcuno dei protagonisti o si faceva gossip. Di solito tutto questo mi fa passare la voglia di vedere un film, ma questa volta mi sono allegramente fatta trascinare anch'io. Quasi tutte le donne che conosco qui sono gia' andate a vederlo e devo dire che ho letto e sentito pochi commenti negativi perfino fra chi non conosceva la serie. Trovate alcune recensioni qui e qui.
Leggendo un po' di cose in italiano, invece, ho percepito un sacco di preoccupazioni intorno alla cosa. La sociologia, la bidimensionalita' dei personaggi, la regia piatta, la solitudine...
Ho sentito il famoso Mereghetti (non aprite il link se non volete sapere tutto il film!!) del Corriere della Sera per esempio, dire che assolutamente Cherrri e' invecchiata male, che il film non funziona perche' cerca di andare oltre il telefilm e di fare evolvere i personaggi. Io, da semplice spettatrice tutta questa evoluzione non l'ho vista e mi sembra che il film funzioni perche' e' nello spirito del telefilm. Ho letto anche altre cose, fra cui una bellissima recensione di Filo, che e' incredibile perche' sostanzialmente parla male del film per tutti i motivi per cui io ne parlerei bene.
Io non sarei andata a vederlo un film cosi' se non fossi stata una grande fan della serie, ed e' per questo che mi e' piaciuto tanto, perche' e' stato come una rimpatriata ha acceso discussioni e riflessioni come succedeva con gli episodi televisivi.
Una bella commedia e non importa che non sia un capolavoro. Non soffermandosi troppo su ogni dettaglio, assicura un paio d'ore simpatiche. Ogni tanto ci vuole.

E voi? Lo avete visto? Lo andrete a vedere? Che ve ne pare?

Ora che ci penso, parlando di film e societa' ci sarebbe tutto il capitolo Indiana Jones, ma non mettiamo troppa carne al fuoco. Ho visto tutti e quattro i film per la prima volta ora da grande ed e' stranissimo che mi siano piaciuti perche' da piccola li trovavo ridicoli e stupidi.
Ero una bambina seria e un po' pesantuccia, e' vero, pero' secondo me e' proprio che in Europa questo tipo di cinematografia viene spesso snobbata. Il mio papa' pontificava contro questi filmoni americani inverosimili dove sai gia' come va a finire dal primo minuto (ed e' anche vero) e poi mi permetteva di vedere i cartoni animati giapponesi dove ne succedevano di tutti i colori (c'e' da dire che non ne ha mai visto uno pero'). Ne ho avuta la riprova anche studiando storia del cinema all'universita'. I corsi in genere, se proprio dovevano trattare un autore americano, erano su Hitchcock o Allen mai su Spielberg o Lucas. E io non voglio assolutamente dire di apprezzare Spielberg piu' di Welles o Kubrick, ma il cinema e' arte e nell'arte c'e' posto per ogni forma espressiva, l'importante e' che ci sia un'idea sotto.

Che post confusionario e sconclusionato, un po' come sono io ora, ma va bene cosi'.

A proposito, dimentico sempre di dirvi che se non trovate nulla di nuovo qui, qualche volta trovate qualcosa qui invece.

44 commenti:

tracina ha detto...

il film appena riesco lo andrò a vedere!in italia ritrasmettono tutta la serie durante l'estate,fino a settembre,almeno saprò cosa guardare la notte in tv!nel periodo estivo replicano qualunque cosa:per dirti,adesso all'ora di pranzo rifanno la mia adorata jessica fletcher!roba che sbavo dietro ai dvd,ma costano un occhio della testa -_-'idem per sex&the city.

Fabrizio Cariani ha detto...

Allora visto che sono appena tornato dal cinema, un po' di riflessioni.

[Giusto per identificare la mia posizione: ho visto praticamente tutta la serie. Ho dei sentimenti misti sui personaggi (nel senso che mi stanno davvero tutte e quattro poco simpatiche), ma, grazie soprattutto ai dialoghi, trovo le migliori puntate di SATC assolutamente fantastiche. ]

sono solo parzialmente d'accordo sul punto della fedelta' al telefilm. E' vero che i caratteri dei personaggi sono rimasti piu' o meno invariati, e d'altronde non poteva essere altrimenti (Mereghetti mi sa che ha tirato un dado, e' uscito fuori "recensione negativa" e poi si e' inventato degli argomenti assurdi per criticare il film); ma il film e' abbastanza ovviamente basato su un tema quasi completamente assente dal telefilm: una volta sicura di aver trovato lui , come si fa ad attraversare le difficolta' della vita insieme?

Il punto centrale, in questa chiave, e' quando Carrie rilegge l'articolo di Vogue e si accorge di aver parlato solo di se stessa, e mai in termini di "We".

Nel telefilm, che io ricordi, questa cosa era quasi completamente assente. Emerge solo, brevemente, durante la storia con Aidan, che pero' era un tale bamboccio da non avere alcuna speranza.

Vabbe' basta, che senno' ti scrivo una recensione nei commenti (che neanche si possono editare...)

nonsisamai ha detto...

tracina: capisco, la signora fletcher e' un must dell'estate italiana, certe cose non cambiano mai per fortuna...

fabrizio: interessante. condivido tra l'altro. e' che si potrebbero dire talmente tante cose ed e' questo il bello. peccato che ora non abbia la tanto la testa. ma sta tornando :)

nonsisamai ha detto...

dimenticavo!
a proposito del mereghetti.
ma come e' possibile che gli sia consentito di rivelare praticamente tutta la trama?
non c'e' nessun rispetto per lo spettatore.

comunque se pensate di vederlo, fatelo presto perche' e' davvero difficile non sapere i dettagli, ne stanno parlando davvero tutti, almeno da queste parti.

Crazy time ha detto...

io qui sono come tuo padre, ODIO i film americani di un certo tipo che vanno da Indiana Jones (mi sono addormentata!!) a Rambo, Rocky e quelli che stanno nel filone "salveremo il mondo". Non mi interessano le pellicole d'avventura ne' quelle d'azione. Mi piacciono le introspezioni, questo anche nei libri. Uno dei pochi film ammericani che mi e' piaciuto negli ultimi anni e' stato "Things we lost in the fire"con Benicio del Toro e Halle Berry. Altrimenti preferisco Almodovar o, passando agli italiani, Toni Servillo che fa i film con Sorrentino (antipatico): i personaggi che interpreta Servillo dicono dieci battute e il resto e' nelle espressioni, nei gesti, nelle emozioni, nell'essere semplicemente umani. Apprezzo anche Ozpetek (o come si scrive). Nei film americani troppo spesso vedo concitazione, una sorte di consumo schizofrenico delle scene.....

valeriascrive

Giuy ha detto...

è nelle mie intenzioni vederlo, anche se lo ho sempre reputato un po' stupidello.

Anonimo ha detto...

Io sono stata costretta a rimandare, ma devo ASSOLUTAMENTE andare a vederlo! mica bisogna sempre fare gli "impegnati"?! Molto suggestive le immagini associate alle poesie nel link che ci hai suggerito... bello, bello, bello! Grazie!
Stefy G.

taxand ha detto...

Sex and the city addicted dal Lussemburgo attende fremente rientro in Italia per andare al cinema a vedere il film.
A casa cofanetti di tutte le serie rivisti più volte.

manukag ha detto...

Anche a me è piaciuto il link delle foto. Sono stupende.
Meno male. Sono contenta che la testa stia tornando.

a presto

Amaracchia ha detto...

Bè ma di Indiana si può dire solo che è in grande spolvero.
L'ho amato da bambina, lo adoro adesso e al cinema è stato un tripudio di applausi (miei in sala attonita).
Ha quel pizzico di nonsense e improbabile dichiarato che fa mettere da parte l'aria di supponenza, anche se sai che difficilmente sopravviverebbe ad una esplosione nucleare in un frigo...però quando l'ho visto mi giravo verso il fidanzato e dicevo convinta: "Vedi?Indiana ce la fa sempre..." :P

Ginevra ha detto...

mi manca l'ultima serie di sex and the city e aspettavo di mettermi in pari per vedere il film.
In realtà al di là dei commenti giornalistici, anche sui vari blog che ho letto non è che nessuno da queste parti trasudasse entusiasmo per il film. Quindi mi è un po' passata l'ispirazione.
Adesso vado a vedermi il blog delle foto!

MarKino ha detto...

ma che io pure qualche puntata me la sono pure vista, lo confesso...
e devo dire che, se l'idea di partenza della serie era anche abbastanza originale, alla lunga pero` stanca (come friends, che giustamente c'hanno dato un taglio quando da sitcom di ggiovani sulla soglia dei trenta, son passati a "ggiovani" sulla soglia dei quaranta... basta... inverosimile)...
ecco: il film mi sembra un andare a scoperchiare un contenitore che non ha piu` molto da dire... bho ma magari e` un preconcetto mio...

indiana 4 l'ho visto e non mi e` piaciuto per nulla - come ha detto un mio amico, si son dimenticati la trama per strada - si respira l'operazione commerciale prima, durante e dopo la proiezione... che non sarebbe un male di per se`, ma almeno curati di fare un film fatto bene...

Signor Ponza ha detto...

A me non è piaciuto, e sono sostanzialmente d'accordo con Filo. Anche qui in Italia comunque, tra la7 e Sky, riesci sempre a vedere Sex and the City più o meno a qualsiasi ora del giorno. Poi io ho pure tutti i dvd quindi sono assicurato da quel punto di vista.

antorra ha detto...

anche qui (ireland e UK) non hanno mai smesso di trasmetterlo! due puntate a sera! se non sapevi cosa vedere dopo le 10 ... sex and the city era sempre lì ad aspettarti!!!
il prossimo weekend poi un canale lo trasmetterà ininterrottamente! ti immagini? due giorni 24 ore su 24!!! al cinema invece ancora non sono andata perchè le lunghe file proprio non fanno per me

MiKo ha detto...

No. Sex and the city no. Non ho assolutamente nulla contro i film "leggeri", né tantomeno quelli pensati (almeno apparentemente) per un pubblico femminile, ho visto spesso e volentieri sia gli uni che gli altri, ma la serie non mi ha mai preso abbastanza. Mi piace più di "Desperate Housewives", ma solo un poco. Non abbastanza da portarmi al cinema. Indiana Jones è un altro discorso. Ho visto infinite volte i primi tre (anche in lingua originale) e il quarto sono andato a vederlo più che altro per dedizione; non mi aspettavo molto, quindi non posso dire di essere rimasto deluso. Sicuramente è molto meglio di altri sequel usciti dopo anni (chi ha detto Terminator 3?), ma non regge il confronto con gli altri. Harrison Ford è sempre bravo e il personaggio regge bene l'età, ma nell'ultimo c'era Sean Connery. Dico: SEAN CONNERY! E poi onestamente sono stufo delle manie di Spielberg, che in ogni film mette ********** (spoiler here). Comunque son contento di averlo visto. Non lo rivedrò al cinema, ma non penso di aver buttato i soldi del biglietto. E' sempre piacevole vedere che anche c'è chi ha ancora voglia di far lavorare gli stuntmen (e un po' meno il computer). E' tenero accorgersi della panoramica fatta con un modellino, come ai vecchi tempi. Ed è encomiabile che un attore dell'età di HF giri diverse scene d'azione non solo senza pc, ma anche senza controfigura... Insomma, Indy 6,5 (che per quel che mi riguarda è comunque nettamente inferiore al voto degli altri 3) SATC, senza voto. :)

dancin' fool ha detto...

commento prima di leggere gli altri, così non mi condiziono! innanzi tutto sono felicissima del tuo blog di foto! te lo avevo detto già agli inizi, ne avevi cominciato uno, no? poi era rimasto fermo.

per il film ho già detto. "purtroppo" io non sono mai riuscita a identificarmi e farmi piacere da impazzire le protagoniste della serie (e dunque del film).
forse è strano, non lo so. ma le vedo lontane anni luce da me, e non tanto per la vita newyorkese e l'andatura un po' "pinguinetta" sui tacchi a spillo e i vestiti a volte improbabili (e impaccianti).
non so. mi sembrano un po' "sciocche" a volte, con tutti quei discorsi e moine. un po' superficiali.
ma è un giudizio personale, più che un giudizio forse mi sento semplicemente un po' troppo lontana da loro, nonostante siano solo dei personaggi, e dunque magari siano un concentrato di sentimenti e situazioni un po' estremizzate.

il film poi secondo me era troppo "lungo"... (o almeno io mi sono annoiata). e poi affrettato nel voler fare a tutti i costi l'happy ending (mi fermo qui se qualcuno dovesse ancora vederlo). lei soffre soffre e poi... come se nulla fosse stato? mah. e mi dicono che nella serie questa storia col mrB andava avanti da millenni...
non so. io preferisco, se proprio vogliamo parlare di serie tv incentrate su donne "desperate housewivis", loro sì mi fanno anche ridere o stare male. e poi ci sono anche personaggi uomini con le loro psicologie, famiglie, situazioni...

tutto qui. capisco che le 4 eroine piacciano... a me spiace che non mi abbaiano mai "catturata".

stop poema.

dancin' fool ha detto...

ps. e poi io non sopporto tutto quello sfoggio di marche di vario genere, borse, abbigliamento... sì, forse dovrebbe fare sorridere, non so. ma a me sembra un po' poco "stiloso" e il film sembrava tutto una pubblicità...

MarKino ha detto...

uh amaracchia: quella storia del frigo... ci ho pensato... e` fondamentale per lo svolgimento del film: e` il giro di boa, setta un livello di implausibilita` talmente elvato che, una volta che accetti quello, tutto il resto e` nulla...non solo: saltano anche tutte le pretese di trama, logicita`, sviluppo coerente degli eventi... ad ogni dubbio del genere, spielberg potrebbe risponderti guardandoti negli occhi dicendo: "la scena del frigo. l'hai vista. l'hai accettata. se il tuo ero ha fatto quello, cosa ti aspettavi, dopo?"

Amaracchia ha detto...

Markino dovremmo scrivere un compendio di Fisica nucleare by Indiana Jones..

nonsisamai ha detto...

valeria scrive: si' mi ricordo quel tuo post dove suggerivi al povero indiana di impiccarsi con la frusta... :)
ma si', capisco. anch'io ero come te. poi mr. johnson mi ha costretto a guardare l'intera saga di star war dall'inizio alla fine e sono diventata come vedi moolto piu' tollerante. e sai che ti dico? i film seri li guardo come prima, ma mi riesco a rilassare anche con quelli che non lo sono poi troppo. oddio...c'e' un livello anche li' da non superare, ma quando c'e' una bella idea sotto come in questi due film, guardo volentieri tutto.

stefyg: grazie, e' solo una specie di quaderno di appunti, ma in questo periodo mi sta aiutando anche quello. leggo tanto e penso e ascolto quello che mi dicono e poi seleziono, e' un bell'esercizio...

taxland: benvenuto! vengo presto a trovarti

manukag: dici? :)

amaracchia: sono d'accordo, devi solo lasciarti andare all'immaginazione perche' se ti metti a fargli le pulci e' impossibile guardarlo...

ginevra: si, e' quello il brutto che poi ti fanno passare la voglia...
in teoria comunque il film lo potresti vedere anche senza aver visto la serie.

markino: ma no adesso mi parli male anche di friends??? comunque concordo con amaracchia. devi scriverci un saggio...

signorponza: il bello e' che anch'io sono d'accordo con filo...

antorra: beh, magari 24 ore sarebbero un po' troppe anche per me...non e' che finisci per odiarlo?

miko: secondo me l'ultimo indiana jones era 1000 volte meglio del secondo, francamente inguardabile...

dancin'fool: capisco, infatti una delle recensioni che vi ho segnalato tiene proprio conto del punto di vista che esprimi tu in questo commento. anyway. per me non e' cosi': cioe' io non mi vesto in quel modo e non mi interessa nulla degli stilisti, ma mi diverte vedere loro cosi'.
a me piace sempre che lo spettacolo sia sopra le righe, altrimenti non ci farebbe sognare. ad esempio, trovo molto sexy il look femminile dei cantanti del glam rock anni 70 ma magari non mi girerei a guardare un uomo con gli occhi truccati nella vita reale...

nonsisamai ha detto...

mi e' venuto in mente quell'episodio dei griffin dove c'e' uno scambio di battute fra stewie e brian:

- sex and the city?

- si', quello show che parla di 3 prostitute e la loro mamma...

tizi ha detto...

qui a Columbus per la prima era tutto sold out...io non credo lo andro` a vedere , in fondo ho sempre cambiato canale...
Come stai???
Un bacione!!!

nonsisamai ha detto...

tizi: sono appena passata da te e ho letto un post bellissimo, pieno di speranza. in bocca al lupo, la spagna e' meravigliosa, ti piacera' :)

Anonimo ha detto...

dancin'fool

oh, certo, anche a me piacciono molti stili eccessivi che io non porto... forse semplicemente non mi piace il loro, tutto qui. le trovo un po' ochette in questo camminare a gambe strette tutte fasciate e con la borsettina sotto braccio e i discorsi... boh. però non dico che siano superficiali le persone che le amano... anche a me piacciono certe frivolezze e chiacchiere femminili... ma forse non così. forse sono più una da piedi scalzi e spiaggia... o prato. non lo so.

tutto qui.

a me non piacciono molto e bom. forse non si può neppure spiegare...

MiKo ha detto...

@nonsi
NOOOO! Ma come, il "Tempio Maledetto" inguardabile? Col "cervello di scimmia semifreddo"? AHHHHH!
Vabbe', credo di poterti perdonare :)

nonsisamai ha detto...

dancin'fool: ma dai, non ti devi giustificare succede a un sacco di gente ;)

miko: ma poi fra l'altro, io se fossi stata indiana mi sarei offesa a morte, li fanno apparire come dei pazzi selvaggi per tutto il film...
e poi quei look anni 80 mentre fanno finta di essere nel passato...tremendo...

Aelys ha detto...

Io non rifuggo dai film impegnati, ma viva la Hollywood dei film d'avventura d'altri tempi! Adoro Star Wars, ero una fan sfegatata di Indy anche da bambina e potrei andare avanti per ore con i Goonies, Romancing the Stone (non mi ricordo il titolo in italiano) e La Storia Fantastica!

Per quanto riguarda Sex and the City, non ho mai avuto dubbi: è una serie che amo proprio perchè le protagoniste sono così diverse da me in tutto. E' la mia evasione in un mondo di tacchi alti, vestiti firmati e zero preoccupazioni su come pagare la bolletta. Mi diverte, mi rilassa e poi via, si torna alla vita normale. Quello che mi stupisce è che nessuno qui abbia commentato quanto sia fantastica Jennifer Hudson nel film (come lo avranno tradotto il suo accento del sud?).

nonsisamai ha detto...

aelys: hai ragione, louise di saint louis e' davvero la ciliegina sulla torta...

Prescia ha detto...

io l'ho visto e l'ho visto pure con un uomo....e mi è piaciuto un casino , e ti dirò è piaciuto anche a lui!!!
ero un pizzico prevenuta...pensavo che il film non avrebbe reso bene i personaggi...e invece sono rimasta sorpresa...piacevolmente...
;)

Mblue ha detto...

ciao a tutti, concordi e no.
Io andrò a vederlo questa sera, mi ci porta Tarzan (senza liane e senza bici visto che qui a Turin continua il diluvio universale)
Credo che il Tarzan voglia far uscire la "tonna tonna" che è in me, visto che per ora da fuori non si vede ;-P
La serie la guardavo a periodi alterni, in effetti mi piaceva proprio perché le 4 non mi somigliavano e perché su certe loro riflessioni mi ci ritrovavo.
E poi le mise di Sarah Jessica Parker (...Bowles verrebbe da dire) sono così improbabili da risultare geniali!
Prima di Sex and the City io ero certa che di Manolo ci fosse solo l'arrampicatore!

maestrobuitre ha detto...

L'importante è che ci sia un'idea sotto... Brava!

MarKino ha detto...

oh intendiamoci: non li rifuggo i film leggeri... purche` pero` ci sia qualcosa di intrigante ...
ah e friends m'e` sempre piaciuto molto, solo, ritengo che ad un certo punto, quando la stanchezza delle idde diventa piu` che palpabile, sia il caso di chiuderla li`...
(anche i simpson hanno la loro vesione di sex and the city: un telefilm intitolato "cucca a new york");
il libro non lo scrivo perche` risulterei banale..
c'e` gia` questo che consiglio, per esempio...

simple ha detto...

visto, visto, ma non mi ha convinto del tutto

nonsisamai ha detto...

mblue: benvenuta :)

markino: quel libro mi incuriosisce...

Verde ha detto...

non sono mai stata una patita del telefilm, nel senso che mi è piaciuto e fatto ridere un sacco, ma ecco nn ho visto tutte le puntate e le serie, però nn vedo l'ora di andare a vedere il film per trascorrere un paio d'ore, come dic tu, guardando qualcosa di simpatico e leggero, che ce n'è sempre bisogno!

stone ha detto...

dopo aver visto il divo le ragazze erano per vedere sex and the city per pareggiare i conti coi maschietti. mi sa che mi toccherà vederlo. anche se devo dire che guardando qualche puntata del telefilm sembra molto divertente (malgrado la stroncatura su imdb). starò degenerando?...

Camilla ha detto...

Io -visitatrice di straforo occasionale del tuo blog, trovate tramite di un blog del blog nel blog dell'amico del fratello del vicino di quello che mi ha commentato il blog un anno fa (ed esagero solo un pochino!)- la penso esattamente come te. Pieno tono della serie, attrici credibili, risate, divertimento. Persino Mr Big, sono riusciti a farlo odioso come sempre dall'inizio alla fine!
(io sono una di quelle che tifavano SPUDORATAMENTE per Aidan. Lo amavo. Alla follia. Me lo sposerei io.)
Insomma, l'unico che è invecchiato male, e ammettiamolo -mi costa- è Smith. Pensare a quant'era BELLO con quella bottiglia di vodka!
Ho visto il film al Barberini, di Roma, e quasi mi emozionavo: gli spettatori applaudivano quando entravano i personaggi! Molto partecipato, splendido. I maschietti li ho visti, pochi, spauriti, perduti. Credo di aver sentito quello seduto vicino a me dire 'Si tesoro si cara' per tutto il film....

Per quanto riguarda 'Indiana Jones' mio padre la pensava come te. Anche mia madre, tra l'altro, e non ricordo di averne mai visto uno, per cui ho snobbato anche l'ultimo di recente uscita...

Complimenti per il blog, btw. E' un piacere leggerti :)

nonsisamai ha detto...

camilla: ciao e benvenuta! :)
hai tirato fuori un tasto dolente: smith. a me non era mai piaciuto particolarmente pero' concordo, e' invecchiato male. invece secondo me il marito di amanda (steven?) e' invecchiato molto bene...

katika ha detto...

ma ti sembra normale che a me la serie di sex and the city l'ha fatto scoprire mio marito, appassionato spettatore della prima ora? naturalmente andremo a vedere anche il film.

nonsisamai ha detto...

katika: ma non lo so, ma che bravo maritino...

Emigrante ha detto...

Sex and the city non l'ho visto ma Indiana Jones si'.
E Dovessero dare "Indiana Jones e la bocciofila maledetta" andrei a vederlo.

nonsisamai ha detto...

emigrante: questa si' che e' un'idea! no guarda -bello, simpatico, quello che volete- ma a me basta cosi' :)

eccemarco ha detto...

non ho visto indiana jones, pero' mi hanno detto che è divertente! in realtà cercavo qualcosina di piu' su obama nel post, il titolo mi ha attirato! credo scrivero' presto di lui, sai che tutti i compagni di corso statunitensi sono folli di amore per lui? un abbraccio, eccemarco.

nonsisamai ha detto...

eccemarco: mi hai scoperto! :)
e' che mi piace giocare con i titoli, che hanno sempre un significato per me. in questo caso davvero quello che c'e' nel titolo e' quello che ha segnato la mia giornata. in teoria volevo anche scriverne e poi...e' andata diversamente...