martedì 18 dicembre 2007

updating

La settimana scorsa avevo chiesto alla direttrice se posso usare i miei giorni di malattia quando vado in Italia per le feste. [Attenzione, non ho chiesto di violare la legge, dove lavoro io e' normale] Lei stessa aveva mandato un avviso dicendo che la cosa era fattibile, ma a sua discrezione, che avrebbe valutato caso per caso.

- Sinceramente non mi sembra il caso, tanto sicuramente avrai bisogno dei giorni di malattia, se non altro in primavera...

Io ho abbozzato senza problemi, ho pensato vedrai che ti sbagli, sprizzo salute da tutti i pori...
E infatti, ieri ero di nuovo a letto malata, esattamente come un mese fa. A quel punto mi e' scattato come un sentimento di rivalsa e in sostanza, me la sono fatta passare. Non lo faccio mai, ma questa volta ho preso tutte le medicine possibili e non so domani, ma ora come ora, mi sento di nuovo benissimo. E' che sono stata ammalata ininterrottamente da Halloween a Thanksgiving, non posso passare anche Natale a letto, in Italia poi, e che diamine. Tra laltro e' stranissimo: ieri era inverno, ero malata a letto con l'influenza e oggi sono in forma smagliante ed e' di nuovo primavera. La temperatura si e' alzata di qualcosa tipo 20 gradi nelle ultime 24 ore, magari e' stato tutto un sogno o magari vivo in Texas.
Ad ogni modo, la cosa fondamentale e' che in questi giorni a scuola c'e' Secret Santa e non posso mancare. Cos'e'. Siccome come mi e' gia' capitato di ribadire lavoro con degli angeli (senza sarcasmo, he), hanno deciso di organizzare questa cosa: a partire da ieri tutti i giorni ognuno deve fare di nascosto un regalino a un collega pescato a caso. Io ho aderito entusista e mi sto divertendo un sacco sia a cercare regali che comincino con L- I- G-H-T (luce, si lo so e' tremendamente stucchevole) sia a indagare su chi sia il mio babbonatale segreto. Comunque, c'e' poco da fare, quello che adoro e' trovare una sorpresa ogni giorno. Io quelli che dicono che preferiscono farli che riceverli i regali, non li capisco proprio, sono un po' egoista lo so (ved. foto in alto).
Le altre novita' sono che non sono affatto sicura che l'acchiappaconiglietti abbia capito che la casetta di legno bellissima che mr. Johnson ha costruito in un battibaleno [oddio che emozione, sono riuscita a usare anche questa parola finalmente...] e' per lui e che sono gia' in ansia per il ritorno a casa di domenica. Ripasso a memoria cosa mettere in valigia (ma quello da mesi), anche se so gia' che per il mio bene aspettero' fino all'ultimo giorno: non c'e' nulla, ma proprio nulla, che mi provochi nevrosi ed emicranee come fare quel tipo di bagagli intercontinentali. Per di piu' sono gia' preoccupata per il bracchetto e per la mia casa che sara' abbandonata per un po' e poi perche' mi sono finalmente decisa a tagliare radicalmente i capelli e mi sento molto molto diversa, chissa' cosa dira' la mia mamma, io non so ancora se mi piace o no.

21 commenti:

Anja ha detto...

eh no aspetta. Dovete tutti fare un regalo che cominci per "light"??? A parte che l'accendino che altro c'è?

nonsisamai ha detto...

anja: che ridere!!
no! mi sono spiegata male: il lune con L, il marte con I, il mercole con G...

Eli ha detto...

un salutino in un battibaleno :9
come è bella la casa dell'acchiappaconiglietti!sembra davvero una mansion!

nonsisamai ha detto...

eli: mr. johnson ha davvero superato se stesso stavolta...e io che pensavo che scherzasse quando diceva che sapeva costruire i mobili di legno...
un bacione anche a te e a presto! :*

Fabione ha detto...

Ora sono in attesa di vederti cambiata!!!

gap ha detto...

ma il bracchetto rimane in texas? non viene a far natale con noi? :(

ossimorosa ha detto...

Ma che bella l'idea dei regalini!
A me piace riceverli, eccome, e non importa cosa siano. Mi basta anche solo un cioccolatino lasciato lì che io trovo e non mi aspettavo.

Te l'ho mai detto che il brachetto è davvero adorabile?

Ginevra ha detto...

sì proprio carina l'idea dei regalini.
e con il tipico mugugno italico penso che qui nel mio ufficio questa cosa non funzionerebbe :-)

Valerio ha detto...

L'usanza dei regalini la trovo veramente deliziosa: salvo che io poi mi faccio prendere dal principio "tutti i regali che faccio devono essere azzeccati" e finisco per diventare pazzo. Ecco perchè ho cercato di troncare usanze simili tra i miei amici e colleghi: a me arrivavano sempre più mutande che alla fiera del bianco della UPIM, confezioni di profumi ritirati dal commercio durante i primi anni '80 o tovaglioli con la mia iniziale ricamata. Insomma, io mi sbattevo a cercare l'idea giusta, il regalo che lascia a bocca aperta, e in cambio mi ritrovavo con un pacco di piastrine contro le zanzare. La frustrazione era troppo grande, così ho smesso.
In compenso non smetterò mai di proporre a parenti e amici la tombola della fuffa, ovvero il bingo con in palio tutto il ciarpame che esiste nelle case di ognuno. L'anno scorso ad esempio ho vinto un accendi sigari in peltro dalle dimensioni disumane: una carrozza trainata da quattro cavalli completa di cocchiere e dame all'interno. Ma è anche vero che mi sono liberato del pastore tedesco in porcellana alto un metro che mi ha regalato mia zia Tina. I regali sono incartati, nessuno sa cosa vincerà (ovviamente si vince sempre la fuffa di un altro) e la cosa più buffa è che quando il vincitore scarta la cosa più mostruosa che abbia mai visto (quella cosa che ti chiedi come un altro essere umano possa aver tenuto in casa per tanto tempo)è contento. Lo giuro!
Insomma, se non ci hai mai provato, quest'anno devi assolutamente farlo con tutti i tuoi parenti. Tanto sono sicuro che nella vetrinetta di mamma e di zia ci sia un'intera collezione di bamboline di capo di monte pronte per essere regalate. O Sbaglio?
Un bacio!
Vale

haroldandmaude ha detto...

In ufficio da me organizziamo la pesca, durante un pranzo che facciamo tutti insieme: metti il tuo regalino con un numero che lo contraddistingua, chi poi pesca il bigliettino corrispondente, si porta a casa il pacchetto. se peschi il tuo, hai diritto ad una seconda chance. E' una stupidata, ma ci si diverte :)

Grissino ha detto...

Ripasso a memoria cosa mettere in valigia (ma quello da mesi)
***
Va bene che in Italia puó succedere di tutto ma anche se ti dimentichi qualcosa, la compri!! Cosí ti rimane pure come souvenir quando ritorni negli States, no?


mi sono finalmente decisa a tagliare radicalmente i capelli e mi sento molto molto diversa, chissa' cosa dira' la mia mamma, io non so ancora se mi piace o no.
***
Ogni tanto mi stupisco di come le persone, ragazze in particolare, possano pensare queste cose. Ma se io ti vedessi dopo uno o due anni che non ti vedo, non mi interesserebbe nulla dei capelli!!! Quello che conta sei tu, che tu sia felice, tranquilla, ecc.

Emanuele Cauda ha detto...

E nonsi (diminutivo per nonsisamai) e' smepre un piacere leggere i tuoi semplici e freschi e sentiti.
Io per la valigia (parto domani mattina) onestamente non c'ho ancora pensato. Lo faro' stasera quando torno a casa da lavoro. Dopo tutti sti viaggi sto anno sono arrivato a pensare che meno metti sempre meglio e' :) Tanto poi non lo usi.
Un saluto di Natale...qui nevica di nuovo !!

pensierorosa ha detto...

che bella l'idea del SECRET SANTA!!!

Anonimo ha detto...

Ma le calze sono (in ordine di apparizione) per l'acchiappaconiglietti, per mr j. e per te??? :)
Che tenera l'espressione adorante del tuo cagnolino... bellissima la sua nuova casetta!
Un abbraccio natalizio e buone feste!
Stefy G.

MiKo ha detto...

Parto oggi e ho preparato la valigia. Alcune cose sono rimaste fuori. ARGH! Buone Feste a tutti.

tracina ha detto...

secondo me non è strano invece preoccuparsi del nuovo taglio:la prima cosa che ti diranno sarà "uh ma hai tagliato i capelli", poi tutto il resto baci,abbracci.. ;9
io quest'anno non ho praticamente fatto regali,ma so che ne riceverò...magari mi rifaccio con l'epifania,salvandomi in corner :D
però avevo una scusa valida:venerdì mi laureo >_<

fragile093 ha detto...

Ma abbiamo anche il caminetto uguale! Anche il mio ad angolo e coi mattoni a vista. How funny. =)

Io i capelli li vado a tagliare fra meno di un'ora. Niente di drastico, speriamo che esca decente. E poi valigie ancora da preparare (ma pronte nella mia testa), e partenza fra tre giorni, senza le bestie... Aiuto che angoscia!

Per la casa suggerisco di andare da Lowe's o simili e comprare uno di quegli affari da collegare a una lampada in modo che quando sei via si accenda a intervalli casuali, cosi' da fuori sembra che ci sia qualcuno in casa. Random Pattern Security Timer mi pare si chiami. E non dimenticarti di andare sul sito dell'USPS e mettere la posta on hold, in modo che non ti si intasi la cassetta. ;)

ps. Tracina, congratulazioni! Si dice cosi', nevvero?

nonsisamai ha detto...

fabio:si ma non radicale come il tuo ultimo!!

gap: stara' con la nonna e un altro acchiappaconiglietti nell'old west, e' un viaggio troppo lungo per lui... :(

ossimorosa: grazie, e' uno dei piu' bei complimenti, anche se ci sono abituata :D

ginevra: si, bisogna prenderla con spirito ti puo' anche capitare qualcuno che non ti piace o come e' successo a te qualcuno che non conosci...

valerio: non so quanti saremo, ma se raggiungiamo il numero lo propongo di sicuro. con tutto cio' che ha mia mamma a casa si potrebbe giocare per giorni e giorni...

haroldandmaude: e' vero, e' carino...

grissino: ma grazie, era proprio cio' che avevo bisogno di sentirmi dire...

emanuele: mi piace nonsi!!! e' cercare di portare il minimo che mi fa venire il mal di testa...

pensierorosa: si, soprattutto perche' sono 5 giorni, proprio quando si e' piu' stanchi prima delle vacanze...

stefyg.: per le calze...io ci ho provato!! :P

tracina: prima di tutto IN BOCCA AL LUPO!!!!!!! aspetto aggiornamenti almeno su twitter! e poi si, hai afferrato...e' proprio una radiografia...i capelli, i vestiti, gli accessori, il peso...e' terribile...

fragile: mi hai dato una dritta fantastica, GRAZIE :)

Baol ha detto...

Ciao amica mia, sul mio blog c'è un premio per te :)

nonsisamai ha detto...

baol: un premio.... ?????

tracina ha detto...

crepiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii >_<