martedì 29 settembre 2015

joe super cool (1)

La settimana scorsa sono stata mandata a chiamare dalla maestra di Joe. Non si preoccupi, eh, ci vediamo domani.
Gia' perche' e' del tutto normale prima o poi essere chiamati dagli insegnanti dei figli. Alle elementari, alle medie, alle superiori, ma - scusate- chi e' che viene fatto chiamare dalle maestre dell'asilo? I genitori di Jack lo Squartatore? 
Quella sera le ho pensate davvero tutte. Che mi facessero chiamare perche' aveva picchiato qualcuno, l'ho subito escluso. Joe avra' tanti difetti, ma non e' mai stato manesco. Che fosse stato picchiato lui, non mi sembrava allo stesso modo possibile: me lo avrebbe raccontato. Allora che cosa mai avra' combinato? mi chiedevo. E non riuscivo a immaginare un motivo tanto grave da richiedere un colloquio privato e urgente.
L'unica cosa che mi veniva in mente e' che mi volesse dire che mio figlio e' un asociale o qualcosa del genere. Dovete sapere che io ero esattamente come lui da piccola. Avevo pochi amici e mi piaceva giocare da sola, a casa e credo mi chiamassero timida o al massimo brava bambina. Qui invece, anche come insegnante, ho visto subito che questo tipo di personalita' non viene apprezzata. E' come se i bambini timidi andassero aggiustati. Mi ricordo che ai miei tempi a scuola c'erano grossomodo tre tipologie di bambini: quelli come me, quelli chiacchieroni e quelli vivaci (che poi sono quelli che in questi anni, in questo paese, vengono considerati iperattivi o ADHD e imbottiti di psicofarmaci). Il bambino vincente per la maestra, e forse anche per la societa', e' il piccolo leader, lo vedi subito, e Joe chiaramente per ora non lo e'.  
Basta. Le cose devono cambiare, mi sono detta. Bisogna fargli fare sport, iscriverlo a qualcosa, farlo uscire da questo fantomatico guscio. 
La mattina dopo mi presento puntuale all'appuntamento. La maestra mi fa tutto un pippone stranissimo, che si rendeva conto di toccare una sfera molto privata, ma che si era consultata con la direttrice e avevano concluso che genitori e insegnanti devono agire insieme per il benessere dei bambini e bla bla bla.
Insomma, per farla breve, e' successo questo. Un bambino ha portato in classe una Bibbia da far vedere ai compagni. Tutti erano estremamente gioiosi e contenti, ma Joe, il mio Joe, quattro anni, si e' alzato in piedi e ha annunciato a gran voce: "Non e' vero che Dio ha creato l'universo, e' stato il Big Bang!".  
La maestra si e' detta mortificata perche' Joe continuava a chiedere perche'non accettava le sue spiegazioni che, ha precisato, non erano idee sue ma della Bibbia stessa. Secondo lei Joe sarebbe un bambino ovviamente tormentato e diviso fra due visioni contrastanti del mondo. Tormentato certo.
Avrei solo voluto vedere la scena, ecco solo questo.

10 commenti:

Luciano ha detto...

Che maestre rimbecillite. Non mi sarei fatto scrupolo di dirglielo in faccia.

Martacci ha detto...

Grande Joe!!!
Tu cosa le hai risposto?

Alessandra ha detto...

Muhaaaaaa....no cerco di smettere di ridere per scrivere qualcosa che abbia senso ma proprio non ci riesco, quindi ... muhaaaaaaaa!!!
Per fare le persone serie... J. va dalle suore e ne sentiamo delle belle un giorno si e l'altro pure solo che nel suo caso non veniamo chiamati a scuola perchè tutto nel bene o nel male viene attribuito alla sua "cinesità" per ora ignoro ma più in la prevedo grandi battaglie.
In ogni caso Joe è davvero so so cool anche per gli standard americani...lo adoro!!!

G ha detto...

GRANDE.
Continuate così, Joe è troppo in gamba per cambiare!

Selena G. ha detto...

Mi fa paura una scuola cosí!!! Bravo Joe :)

e.l.e.n.a. ha detto...

sorrido.
per le tue "preoccupazioni" e per il fatto che il cosiddetto "timido joe" gliele abbia cantate con decisione! :)

Anonimo ha detto...

Ma come puo' una maestra preoccuparsi davvero di questo? Avrebbe dovuto elogiare l'intelligenza del bambino. Solo questo. Ha ragione Luciano quando dice che e' una rimbecillita.

Anonimo ha detto...

Come si può giudicare "tormentato " un bambino così piccolo che dimostra solo una spiccata intelligenza? E tu cosa le hai risposto? Io sono senza parole...
Carla

Marica ha detto...

Clap clap clap!!!!!

La perfezione stanca ha detto...

In effetti tutti tutti vogliamo sapere cosa hai risposto tu alla maestra!