martedì 27 agosto 2013

meglio di no

L’altra sera eravamo a cena fuori e al nostro tavolo e’ arrivata una signora molto simpatica per dirci in inglese che non aveva potuto evitare di ascoltarci parlare in italiano e che era fantastico perche’ anche suo marito e’ italiano e dovevamo assolutamente conoscerlo. 

Era cosi’ contenta che per un attimo ho anche pensato che magari avremmo dovuto invitarli al nostro tavolo e che eravamo stati troppo freddi di fronte a tanto entusiasmo.

Proseguiamo la nostra cena e dopo un bel po’ arriva davvero il marito italiano e si rivolge per tutto il tempo esclusivamente a Mr. Johnson, dando per scontato che sia lui l’italiano:

- Scusate ma mia moglie mi ha obbligato a venire a conoscervi.

E’ il suo esordio. Il resto ancora peggio.

Immagino sempre quanto sarebbe bello conoscere piu’ italiani qui e poi puntualmente incontro dei fenomeni.

Insomma, poteva rimanersene al suo tavolo.   

6 commenti:

LordRevan ha detto...

Non rimanerci male dai. Avrai beccato il fenomeno. Oggettivamente siamo pochi a Dallas come Italiani.

dm ha detto...

ahahahaah :) belin che geni!

Luciano ha detto...

oh, beh, dai, pazienza!
se vuoi conoscere persone e fare amicizie bisogna anche passare per questi episodi, provarci e conoscere dei "fenomeni", che non ti piacciono. Nel numero delle persone conosciute vengono fuori quelle con cui ci si trova bene.
Da quello che racconti mi sembrava solo imbarazzato nel venire a presentarsi, un po' timido, non antipatico. Dipende poi dal seguito.

LordRevan ha detto...

Da quanto tempo non sentivo un Belin! Bei tempi a Genova ahahaha!

ero Lucy ha detto...

Ma non e' che era un modo per dire Non volevo disturbarvi ma mi ha obbligato?
E poi come e' andata?

nonsisamai ha detto...

lucy: voleva dire proprio quello che ha detto, che non voleva essere li' ma la moglie lo ha obbligato. sembrava quasi che noi lo avessimo disturbato. bah. comunque uno 'sborone', si direbbe a milano.