giovedì 25 agosto 2011

appunti di viaggio. il trullo di hitler

Un giorno abbiamo deciso di andare a visitare Alberobello. Mentre gironzolavamo per le caratteristiche vie dell’antico borgo, un’abile venditrice ci ha attratto dentro al suo negozio di prodotti tipici con la scusa di visitare l’interno di un trullo. A un certo punto io e i miei amici notiamo qualcosa di inquietante. In bella mostra su uno scaffale ci sono delle bottiglie commemorative di Hitler.

Ci guardiamo in faccia. Andiamocene va’, ma stavolta, non riesco proprio aDSC02383 (2) starmene zitta.

- Signora, lo sa che lei quella bottiglia di Hitler dovrebbe proprio toglierla? E’ molto offensiva.

E qui capisco chiaramente una cosa che prima non sapevo: che tipo di gente vende bottiglie commemorative di Hitler.

La donna si fa scura in volto e risponde leggermente alterata:

- No guardi che qui Hitler non lo vuole prendere in giro proprio nessuno! Non sa quante ne vendo ai tedeschi di queste, c’ho pure Mussolini e Che Guevara!

Peccato solo che avevamo gia’ pagato, ma voi, se per caso passate per Alberobello – non e’ difficile ci sono quattro trulli- se incappate in quello di Hitler boicottatelo senza pieta’ e se poi avete anche mezz’ora da perdere spiegate a quella poveraccia chi e’ Hitler, io proprio non ce l’ho fatta.  

10 commenti:

b & k ha detto...

Ammazza, da vergognarsi!Boicottaggioooo!!!

Isabel ha detto...

mamma mia l'ignoranza dilaga!

MarKino ha detto...

ad alberobello ci son stato in compagnia di Baol, sarà per questo che non ho beccato il trullo di Hitler ...

Ali ha detto...

Che vergogna.

il bona ha detto...

E' una cosa vomitevole! Cmq non capita solo ad alberobello.
Io vedo bottiglie di vino con Hitler, Mussolini, Stalin ecc.. in tanti posti, specie in montagna nei negozi di artigianato/souvenir.
Possibile che nessuno abbia mai denunciato il fatto???

Silvia Pareschi ha detto...

Be', ancora più inquietanti sono i turisti tedeschi che le comprano!

nonsisamai ha detto...

markino: no, secondo me eri troppo rapito da baol e non ti sei accorti di niente :))

il bona: ma io in effetti sono convinta di aver letto una notizia a riguardo tempo fa, anche per questo mi sono stupita di vedere queste bottiglie ancora in giro come se niente fosse...bah.

silvia pareschi: anche questo e' vero. la signora del trullo a me e' sembrata in realta', piu' che un'ignorante una furba. non ho motivi per affermarlo, ma ho avuto la netta sensazione che sapesse perfettamente cosa stava vendendo e che facesse la finta tonta per continuare a fare il suo interesse.

Lucy van Pelt ha detto...

Pensa 'sti tedeschi che soddisfazione a pensare che gli italiani sono ancora così legati a quel benefattore di Hitler!! O_o

maaleeesh ha detto...

in amore e in affari tutto e' lecito. non mi scandalizza la tipa che li vende, ma chi li compra. lei fa il suo mestiere. se ci sono in giro scemi che comprano queste bottiglie, lei, giustamente, ne approfitta.

Baol ha detto...

Anche perchè io le bottiglie gliele avrei rotte per sbaglio

Che cosa pessima, che figura di m. che fa fare a noi pugliesi!!!