mercoledì 22 luglio 2009

una cosa che ho imparato dell'ansia

Quello che non vi ho detto a proposito della palestra ieri e' che e' probabilmente la cosa migliore che e' venuta fuori dalle mie recenti disavventure. Seriamente. Dopo l'operazione, mi sono trovata a soffrire di un leggero stress post traumatico e la palestra mi ha aiutato moltissimo. Chi l'avrebbe mai detto un tempo, che io cosi' pigra avrei parlato in questo modo. Non immaginatevi una piccola culturista, adesso, si tratta di un'oretta al giorno ora che sono in vacanza, pero' sento di averne bisogno. Ogni volta che mi sentivo sopraffatta dall'ansia, mi muovevo un po' e in qualche modo, ricominciavo a respirare. La spinta iniziale era dovuta al fatto che avevo letto che rinforzare certi muscoli poteva migliorare la mia situazione, poi pero' ho visto che la cosa andava al di la' di questo e investiva la mia mente molto piu' del corpo. Qualcuno mi ha detto che la sensazione piacevole che si prova allenandosi, puo' causare dipendenza e immagino che sia vero a questo punto. Ho letto molto a proposito. In realta' ho letto molto riguardo ai metodi di diminuzione dell'ansia in generale. Dall'autoipnosi, alla meditazione, la respirazione diaframmatica, la visualizzazione creativa, il rifiuto delle idee irrazionali.... di tutto, cose che non avrei mai immaginato. Mi sono fatta una vera e propria cultura sull'argomento perche' volevo davvero uscire da questa cosa che mi teneva prigioniera e ho notato che l'esercizio faceva sempre parte di questi discorsi. Forse e' il rimedio piu' semplice, per me senz'altro quello che ha funzionato meglio. C'e' chi parla addirittura di natural hight (euforia non causata da droghe) per quanto concerne l'azione delle endorfine che si rilasciano facendo movimento. Pero' a differenza di molte droghe, l'esercizio fa aumentare l'attivita' delle onde alfa nel cervello permettendoti di concentrarti piu' facilmente, ti aiuta a dormire meglio e ad aumentare il livello di energia. Tutte cose che ho sperimentato. Personalmente una bella corsa o una nuotata mi hanno aiutato piu' di mille discorsi. Insomma, avevo voglia di condividere questa piccola cosa che ho imparato con voi. Spesso mi scrivete di aver provato esperienze molto simili a quelle che racconto qui, quindi ho pensato che magari questa informazione puo' essere utile a qualcuno, lo spero. Ci sono momenti, momenti che capitano a tutti prima o poi, in cui ci si sente soli e spaesati di fronte a determinate questioni che all'improvviso ci troviamo a dover fronteggiare, ma quello che a volte si dimentica e' che tutto si puo' affrontare senza perdere la testa e sono proprio questi i momenti in cui siamo piu' inclini a migliorarci e a conoscerci. E' proprio cosi'.

8 commenti:

nonsisamai ha detto...

domattina mi pentiro' di questo post notturno? non lo so, non lo rileggo neanche. buonanotte...

nonsisamai ha detto...

o buongiorno come sempre :)

Anonimo ha detto...

l'esercizio fisico aiuta eccome, sono convinta di essere uscita indenne dall'adolescenza grazie al nuoto sincronizzato e ancora oggi (anche se no pratico regolarmente uno sport) con 20 minuti di movimento non dico di tornare serena, ma sicuramente ritrovo un po' di lucidità.
:)

fabio r. ha detto...

ti capisco benissimo!
io sono IL pigro per antonomasia, eppure quando decido di prendere la mia amata mountain bike e correre come un forsennato un po' obeso e sudato la mente si svuota come un secchio! et voila!
ciao

Ginevra ha detto...

sono d'accordo l'attività fisica ha effetti terapeutici a livello mentale quasi più che quello fisico.
Ultimamente però sono così stanca che l'effetto endorfina post sport è mitigato ed anche l'effetto svuotamento testa. un vero peccato.

nonsisamai ha detto...

sancla: che bello il nuoto sincronizzato!

fabior: io da quando ho i bracchetti non vado piu' in bici purtroppo, e' che mi spiace andare al parco e non poterli portare :(

ginevra: lo so, pero' considera che ti da' energia. se riesci a fare uno sforzo e andare anche se sei stanca, dopo ti senti molto piu' viva :)

Metello ha detto...

D'accordissimo con tutto quello che dici, sia quel che riguarda il movimento fisico, sia per quanto concerne i momenti difficili, che aiutano a conoscersi meglio e ad andare più a fondo.

nonsisamai ha detto...

ti ringrazio