giovedì 19 marzo 2009

perche' la paura

Forse e' solo che a un certo punto ci si rende conto che il pericolo e' davvero dietro l'angolo nella vita. E allora quando ci si sente troppo scoperti, con ancora addosso il brivido di un qualche pericolo scampato si fa di tutto per mettersi al riparo. Anche se poi non ci si puo' mai veramente mettere al riparo dal dolore perche' il pericolo spesso non viene da fuori, ma da dentro e ti frega lo stesso. Quindi tanto vale andare, uscire, avventurarsi. Anche lontano, anche da soli.
Quando trovi il coraggio per andare fuori, non ti ferma piu' nessuno.

8 commenti:

cowdog ha detto...

vorrei dire tanto e niente.
dico solo che queste tue parole avrebbero potuto essere le mie.

un abbraccio da due braccia adulte e da due molto piccine

Anonimo ha detto...

Quando non ci si rende conto del pericolo si può agire anche da incoscienti, sapere invece che c'è e dov'è ti da (inaspettatamente) il coraggio di fare.
:)

gap ha detto...

'quindi tanto vale andare' lo userò come mio manifesto personale..

dilau ha detto...

anche "noi" siamo o possiamo essere pericolo per altri, in molti gesti compiuti si nasconde un prezzo che altri pagano. ma l'azione a volte è liberatoria, a volte è scoperta

dilaudid ha detto...

quello sopra sono io(forse era meglio lasciare il dubbio)

nonsisamai ha detto...

cowdog: grazie cara

sancla: speriamo! :)

gap: che responsabilita'...

dilaud: questa cosa mi ricorda- pensa un po' la mente- l'adelchi di manzoni.
p.s. anche il tuo mi piace ed e' finito subito nel mio reader. il problema e' che e' troppo scandaloso e devo sempre cliccare sulla finestra li' per entrare :)

dilaudid ha detto...

ci sono immagini forti, nessuno scandalo. se non fai la brava ti linko nei commenti certe foto...

Simo ha detto...

Sante parole!