sabato 8 novembre 2008

sull'energia

Oggi ho visto la benzina a $1.97 al gallone (circa 4 litri). Pochissimo tempo fa si avviava verso i quattro dollari, quindi inevitabilmente la cosa fa impressione.
In questi mesi gli argomenti di conversazione preferiti dagli americani sono stati:
1. La benzina e' troppo cara
2. Come mai la benzina costa cosi' poco? Cosa c'e' sotto?
3. Don't talk about it, just enjoy.

Mr. Johnson un po' di tempo fa ha scoperto l'esistenza di una compagnia, la Green Mountain Energy, che fornisce elettricita' pulita a prezzi piu' che ragionevoli. Ha disdetto immediatamente il vecchio contratto tradizionale e il giorno dopo eravamo gia' loro clienti. La trovo una novita' fantastica per noi che crediamo fermamente in queste forme di energia, ma che non abbiamo la possibilita' economica di dotarci di pannelli e quant'altro per conto nostro. Se per caso vi trovate anche voi da queste parti o magari se esiste qualcosa del genere in Italia, prendete in considerazione questa possibilita', e' una di quelle cose che ti fanno sentire meglio con te stesso. Soprattutto quando ti dimentichi la luce accesa.
Buon fine settimana.

10 commenti:

MiKo ha detto...

In Italia ci sarebbero anche degli incentivi statali, se si riesce a prenderli. Il problema vero per quel che ne so, trovare pannelli a prezzi ragionevoli, perché quasi l'intera produzione europea è assorbita dalla sola Germania.
Magari, poi, le mie informazioni sono vecchie e sbagliate, però...

Al ha detto...

In italia la benzina costa ancora tanto,siamo in media a 1.264 euro al litro,e trasformandoli in galloni saremmo a 5.056 euro,questo per dirti,quante tasse sopra ci sono.
Per i pannelli solari effettivamente c'era l'incentivo,c'è da diversi anni a dire il vero,ma è estremamente difficile da raggiungere e comunque ci vuole una base monetaria dai 10.000 euro in sù per piccole strutture,sarebbe bello ma... non è periodo. Aggiungi che,almeno anni fà,l'incentivo veniva dato,dopo aver già pagato tutto l'impianto.

P.s. Attenzione a l'ecologia estrema c'è il rischio di SMUG come South Park insegna ;)

nonsisamai ha detto...

miko: ciao! qui non so se ci siano incentivi di quel tipo. ricordo che a conti fatti, era comunque troppo. so che al riciclo sono arrivati molto dopo e ci stanno ancora lavorando, mentre da noi e' abbastanza ovvio oramai. il mese scorso mi e' arrivata una lettera della citta' che mi diceva che se riciclavo accumulavo dei punti. a cosa servono "i punti" non si e' capito bene, ma credo che stiano cercando di promuoverlo in tutti i modi.

al: ah ah! niente "ecologia estrema!". e' una societa' normalissima solo che verde, ci limitiamo a pagare la bolletta come abbiamo sempre fatto.

Daniele ha detto...

A quanto pare però lì se il greggio scende la benzina scende... qui se il greggio scende la benzina non reagisce... Per dire, col petrolio a 150 dollari la benzina costava 1,6 euro... Oggi col petrolio a 70 dollari costa 1,3 euro... E' normale?

nonsisamai ha detto...

daniele...boh!? :)

katika ha detto...

noi stiamo per mettere i pannelli solari. qui in italia ci sono degli ottimi incentivi e quando hai finito di pagare le rate tutta l'energia in più che produci ti viene pagata.

Fabrizio Cariani ha detto...

per me queste fluttuazioni sono completamente inspiegabili, come non capisco perche' il dollaro e' improvvisamente tornato

Fabrizio Cariani ha detto...

(ooops mi e' partito il commento senza finire)

dicevo non capisco come il dollaro sia tornato vicino alle altre valute, nel pieno mezzo di questa crisi...

nonsisamai ha detto...

NO IDEA! ci ho anche provato a capirci qualcosa, ma e' davvero un casino...

jacker ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.