venerdì 11 luglio 2008

viaggiatori e non turisti

La verita' e' che all'inizio non e' stato semplicissimo. Faticosamente raggiungi un tuo equilibrio o qualcosa del genere e poi quando parti va tutto a farsi friggere. Ti eri costruito una serie infinita di impegni e abitudini che soffocassero ogni tentazione di malinconia e improvvisamente hai tutto il tempo del mondo per pensare. La cosa non e' necessariamente positiva come si puo' capire. Qualcuno pero' mi ha fatto entrare in testa che e' giusto cercare di star bene, ma guardare in faccia il proprio dolore ogni tanto fa parte del gioco del ritorno alla vita, e cosi' e' stato.
Superato lo scombussolamento iniziale, ho avuto dei giorni splendidi sotto tutti i punti di vista. Per questo piu' che una vacanza e' stato proprio un viaggio nel senso che sono partita da un certo punto e sono arrivata un po' piu' avanti di dov'ero. Mille miglia piu' avanti o qualcosa di piu' e come sempre la strada, e' la strada il vero viaggio qui, e magari non solo qui.

Con i potenti mezzi di nonsisamai, ho potuto creare questo capolavoro di cartina dalla quale si evince chiaramente che Dallas esiste davvero.
Per il resto bisogna solo unire i puntini.

30 commenti:

Crazy time ha detto...

l'importante e' ritrovare se stessi prima o poi.

valeriascrive

MiKo ha detto...

Eh sì, confermo: Dallas esiste :)
Per le cartine e gli itinerari puoi sempre rivolgerti a google maps, se ti va...

nonsisamai ha detto...

miko: naaaa, troppo facile!

Baol ha detto...

Se unisco i puntini esce fuori una faccia beata, è possibile? :D

nonsisamai ha detto...

altamente probabile.

katika ha detto...

Ma pensa, sei stata a corpus christi. ho un'amica che è di quelle parti. inoltre, quando lavoravo per la Shell, costruivamo le piattaforme petrolifere galleggianti da mandare proprio lì.
ben tornata a casa, dunque. il senso del viaggiare dovrebbe essere proprio come lo hai definito tu, un andare un po' più avanti, una trasformazione o un'arricchimento.

fabio r. ha detto...

ecco una bellissima citazione da uno straordinario film (esagero? vabbè, è la passione..)- Fandango:

"There’s nothin’ wrong with goin’ nowhere, it’s the privilege of youth."

simple ha detto...

ma LOL

fragile093 ha detto...

Sembra quasi il mio primo viaggio texano on the road, fatto ormai (gulp) 7 anni fa. L'unica differenza e' che ci eravamo fermati a San Antonio invece di fare la zona Houston/Galveston (che abbiamo recuperato l'anno scorso).

La prossima volta andate a destra anziche' a sinistra, e raggiungete quel posto magico che e' il parco nazionale del Big Bend (se non ci siete gia' stati, ovvio). Consigliatissimo! Visto che e' in pieno deserto e il silenzio e' veramente assordante, forse e' meglio andarci quando anche la testa tace... Pero' volendo basta attraversare il fiume e puoi passare le giornate a stordirti di tequila Mexicana. ;)

nonsisamai ha detto...

fabior: pefettamente in tema con la crisi dei 30 (e poi tra l'altro l'abbronzatura accentua le rughine, ufff) :)

katika: corpus non e' esattamente il massimo. bei tramonti, ben due arcobaleni sull'oceano per noi, un vero spettacolo. pero' quella raffineria li' e' un tantino mostruosa. solo di notte ha un suo perche' estetico: a me ha ricordato una sorta di gotham city, molto gotica.

fragile: big bend sara' una delle prossime mete, ma penso che dovremmo scegliere un periodo un pochino piu' fresco, non vedo l'ora

fragile093 ha detto...

@nonsi: noi ci eravamo andati in estate, in agosto mi pare, ed effettivamente se ti piazzi a livello Rio Grande fa parecchio caldo. Pero' in macchina giravamo con il minimo indispensabile addosso e i finestrini aperti, niente aria condizionata, e si stava benissimo. E quando sei a piedi e' comunque piu' che sopportabile, specie visto che i sentieri piu' belli sono ad alta quota.

Noi avevamo fissato la tenda in una delle piazzole piu' in alto e di notte serviva la coperta (e' deserto, gli sbalzi di temperatura sono notevoli!). In piu' visto che eravamo isolatissimi potevamo farci la doccia versandoci addosso l'acqua fredda, in piedi su una roccia... Una goduria senza pari, da provare almeno una volta nella vita! E d'inverno di certo non si puo' fare. ;)

Consiglio spassionato: quando andate, prenotate l'ultima notte prima del ritorno al Gage Hotel. Intanto cosi' potete rinfrescarvi prima del viaggio di ritorno, e poi e' un hotel storico, merita veramente. Da provare anche il ristorante di fianco, buonissimo! Io li' ho mangiato il mio primo piatto di bbq ribs, ancora mi ricordo il sapore... Yum.

Sono passati 7 anni, ma se avete bisogno di dritte chiedete pure, magari qualcosa di utile viene fuori!

nonsisamai ha detto...

fragile: grazie :)

Anja ha detto...

so attendono foto... ma quanto caldo faceva??

nonsisamai ha detto...

anja: sempre meno che a dallas!! :)

netstar ha detto...

Bella la cartina, in questi giorni ne ho comprate due per cercare di fare la stessa cosa, eheh!

nonsisamai ha detto...

netstar: scarocchiarle con paint???

fragile093 ha detto...

Anche io qui ho due cartine appese, una dell'Italia e una degli States. Di quelle enormi da muro, tipo scuola elementare. Anzi, quella dell'Italia e' scolastica sul serio, con la carta politica da un lato e quella fisica dall'altro. Per ogni viaggio mettiamo una stella (anche quelle da scuola elementare, di quelle che brillano al buio, che in teoria andrebbero sui muri ma va beh) sui posti dove ci fermiamo... Peccato che l'ultima l'abbia appiccicata a gennaio, le sigh! Che voglia di viaggiare, sempre...

Alicesu ha detto...

bentornata allora.
Anche se forse, mentalmente, sei più in viaggio che mai...

Fabione ha detto...

celo, celo, celo, manca!!! Mi manca solo corpus christi!!!
Sarà per la prossima..

Mauri83 ha detto...

E' possibile che unendo i puntini, ne esca un individuo seduto sul WC? ^_^
Oppure è solo una strana apparenza mia!

tracina ha detto...

ma hai fatto caso che in questa cartina ci sono sia roma che milano :D ???

MarKino ha detto...

ogni viaggio degno di questo nome (anche una "vacanza") è un cambiamento, un viaggio anche non in senso fisico, spostamento da A a B...
altrimenti non vale neanche la pena di mettersi in moto, secondo me...

fragile093 ha detto...

@fabione: fossi in te Corpus la salterei, davvero. Come ha detto nonsi, non ti perdi molto! ;)

netstar ha detto...

@nonsisamai: eheheh, no, scriverci sopra sul serio (però sono cancellabili)...

Mauri83 ha detto...

Dimenticavo di dirti che nel tuo ritaglio della cartina ho notato una certa vaga somiglianza ad un ritaglio di un disegno che avevi postato sempre qui tempo fa! Per intenderci quello con titolo "eh, signora mia" o sbaglio?!

Un abbraccio ciao

P.s. Aspetto le tue foto!

nonsisamai ha detto...

alicesu: questo e' vero...

fabione: ma tanto torniiiiii :)

e poi non e' cosi' male. la citta' in se' e' un po' lasciata andare, ma intorno ci sono varie cose interessanti a livello naturale.

tracina: e italy e paris...fantasia zero!

markino: la penso allo stesso modo

netstar: mi fa piacere rileggerti, era da un po' :)

mauri: no mi sa che sbagli, erano 2 cose diverse. per le foto, innanzitutto grazie per l'invito. poi dovro' vedere se ce n'e' qualcuna che vale la pena mandarti e trovare il tempo per farlo :)

fragile093 ha detto...

Se non sbaglio c'e' anche Florence, e probabilmente mille altre visto che come stato e' enorme! Quando c'e' da trovare un nome alla millemillesima cittadina in mezzo al niente mi sa che la fantasia manca per forza...

Poi mi e' capitato parecchie volte di rispondere "Italy" a gente che mi chiedeva di dove fossi, e sentirmi chiedere "Ah, Italy... As in Italy, TX right?" Ahem, no veramente e' Italy, Europe... E li' le facce sconvolte si sprecano, quasi fossi aliena! Come diceva qualcuno qui, SPQT! ;)

stone ha detto...

bentornata...

netstar ha detto...

Grazie, fa piacere anche a me :)

nonsisamai ha detto...

fragile: ma quello e' perche' il tuo inglese e' perfetto e non ci pensano nemmeno che magari sei straniera, a me non credo succedera' mai :)