mercoledì 30 aprile 2008

mai fidarsi del poeta

Ricordo che a sedici anni un mezzo fidanzatino un po' piu' grande di me mi riempiva di poesie e faceva tutto il tenebroso, non duro' nulla. Poi (mi pare a un karaoke) ho scoperto che scopiazzava tutto. Ma anche che ne so da Gianni Morandi. Una delusione. Poi le cose non sono andate per niente meglio con un poeta vero anni dopo. Pero' per lo meno nonostante come siano andate le cose fra noi, posso rileggere qualcosa che e' stato scritto per me e che e' bello e rimane tale a prescindere da tutto.


Chissa' se scopiazzava anche lui.





14 commenti:

stone ha detto...

secondo me no... :-)

nonsisamai ha detto...

da una parte vorrei saperlo, ma dall'altra...

certe volte e' meglio non approfondire troppo, non si sa mai...

:)

Magnolia Wedding Planner ha detto...

quanto hai ragione..non si sa mai...effettivamente dalle tue esperienze si può trarre l'insegnamento di fare attenzione ai poeti. Forse è vero...ma solo perchè poi nella vita di tutti i giorni c'è bisogno di un uomo che sappia anche come azionare la lavatrice , non solo che mi canti le lodi della luna :-P anche se ovviamente un poeta non è proprio così..non me ne vogliano i poeti!
buona giornata
Silvia

@LLERTA ha detto...

di tutto, la cosa peggiore e' stata scoprirlo ad un karaoke... ;-)

stone ha detto...

naaa... eri (e secondo me ancora lo sei) la sua Musa. ci si improvvisa da un giorno all'altro. non serve a niente scopiazzare...

Verde ha detto...

non è importante se scopiazzava o meno, l'importante è che si sia preso la briga di scriverti qualcosa....

Ginevra ha detto...

io al massimo posso sfoggiare un cantante che mi ha dedicato una canzone... le parole erano originali il giro di chitarra mi sa che era copiato ;-)

filo ha detto...

ma copiare non era la più alta forma di adulazione?!
magari il tuo fidanzatino amava Morandi.
no, comunque mi sa che sono fregato.

fabio r. ha detto...

mi fa pensare ad un celebre dialogo di Woody Allen da Crimini e Misfatti:

mia: Io ti volevo restituire questa lettera.
woody: È la mia unica lettera d’amore.
mia: È bellissima. Peccato che io sia la persona sbagliata.
woody : Ma forse fa lo stesso. L’avevo copiata quasi tutta da James Joyce. Non ti eri chiesta il perché di tutti quei riferimenti a Dublino?

Anonimo ha detto...

nina

mai avuti fidanzati "poeti", non mi hanno mai attirata...piuttosto cercavo i musicisti (forse) e non è che mi sia andata molto meglio...cmq il fidanzato più "poeta" che ho avuto, romanticheggiante ecc...è quello che mi fa venire l' orticaria solo a pensarci. caspita. ed era quello che "copiava" da me (le cose che mi piacevano, quelle che dicevo, quello che facevo...).

mah. un fastidio alla potenza.

Inenarrabile ha detto...

Il mio primo ragazzo parlava per frasi prese da film, per fortuna li avevo visti tutti e gli facevo concorrenza :P

Comunque, hai ragione è sempre meglio non approfondire certe cose, perché quando cascano le braccia a terra dopo è difficile riattaccarle...

Ciao:)

nonsisamai ha detto...

magnolia: il mio ideale e' piu' un uomo dalle spalle larghe alla de gregori, e credo di averlo trovato...

@llerta: ma sono o non sono tragedie?! ;)

stone: che carino, grazie...

verde: come sei brava, io mi aspetto sempre tantissimo dalle persone, in una relazione poi, non sono un tipo molto accondiscendente :)

ginevra: si, ma cosa vuoi le note sono 7...

filo: ancora peggio!! :)

fabior: ma non e' una delle cose piu' crudeli che si possano dire???

nina: si, quelli cosi' sono quasi peggio dei poeti copioni :))

nonsisamai ha detto...

inenarrabile: e' vero!! leggi il commento di fabio r. per credere :)

Inenarrabile ha detto...

Ma mi sa che se l' era chiesto il perché di tutti quei riferimenti a Dublino :))