mercoledì 2 maggio 2007

la percezione delle cose

Ho notato che l'acchiappaconiglietti (foto a sinistra) e' privo della percezione del tempo.
Se esco per tre ore, quando torno e' talmente emozionato e felice che piagnucola e non riesce nemmeno a venirmi incontro. Se, pero', esco fuori dalla porta a innaffiare le piante un nanosecondo succede lo stesso.
E' strano.
Voglio dire, vivere senza sapere quanto tempo passa. Per lui non e' importante il tempo, ma la porta. E' la porta che gli spezza il cuore.
Chiude gli occhi, poi li riapre e non e' cambiato nulla. Magari sono passati due anni o magari due minuti. Affascinante.

Durante la mia nuotatina quotidiana, pensavo e ripensavo a questa cosa. Magari per tutti i cani e' cosi'. Ma io che ne so, ne ho avuti solo due. Mr. Boomer e Charlie (a destra) che e' in Italia (purtroppo). Io non me lo ricordo se Charlie, detto Rinti, da giovane avesse la stessa percezione del tempo. Pero' una cosa e' certa. Negli ultimi anni non sente piu' il dolore. Tipo: a volte d'inverno si appoggia sulla stufa bollente e non se ne accorge, cose cosi'. E' vero che e' molto vecchio, pero' che strano, anche questo. Vivere senza sentire il dolore.

Insomma, due cani: uno che non sa cos'e' il tempo e l'altro che non sa cos'e' il dolore.
Da un certo punto di vista, beati loro.

12 commenti:

Ginevra ha detto...

lo dico anche io beati loro... io ho spesso pensato che avrei voluto cambiarmi di posto col gatto di famiglia :)

unaltrasera ha detto...

ne farei a meno anche io del dolore
Anche del tempo,
ma senza sapere che ne sto facendo ameno. se no impazzisco

nonsisamai ha detto...

e' sempre il problema della consapevolezza

Anonimo ha detto...

ciao nonsisamai, anch'io ho un' acchiappaconiglietti (femmina) anche se qui corre dietro più che altro ai piccioni...hai ragione sulla loro percezione del tempo, anche se proprio in questi giorni mi sto rendendo conto che se ritardo a tornare a casa lei lo sente eccome (e combina disastri).
ti ho scoperta da poco e ti leggo volentieri. la scorsa estate sono stata un pò a Portland - Oregon da amici, che stanno cercando di convincermi a tornare a studiare là. ci sto pensando. da una parte mi piacerebbe...intanto ti leggo. NinaBeSweet

netstar ha detto...

Comincio a pensare che qualcuno il tempo riesca a modellarlo a proprio piacimento... Sarebbe bello, no? ;)

nonsisamai ha detto...

nina: ciao! che divertimento se i due si conoscessero!
Mi hanno detto che l'oregon e' molto bello,il texas e' diversissimo credo, ma la mia esperienza in questo paese e' meravigliosa almeno fino a qui :)

netstar: magari....anche perche' tra l'altro pensavo che questo blog e' in ritardo di 7 ore per definizione...

marco ha detto...

ponsisa: non fa nulla che il blogghe è in ritardo, tanto io ti leggo sempre verso la mezzanotte. mi sto regolando su dallas?
notte (per me) e a presto.

marco ha detto...

volevo chiamarti nonsisa!
tipico errore di stompa

nonsisamai ha detto...

ok! allora buona notte a te, per me c'e' ancora tempo :)

janetframe ha detto...

bella questa storia dei due cani... (mi ricorda "il talento del dolore")

nonsisamai ha detto...

in questo caso pero' l'insensibilita' e'arrivata solo durante la vecchiaia, e' una cosa inquietante, non cosi' vantaggiosa come sembra...

TheLegs ha detto...

Vero, un po' li invidio anch'io.