venerdì 18 maggio 2007

azzurro

La verita' e' che riesco solo a pensare alla partenza, all'Italia, a quello che voglio assolutamente fare li', a quello che non avrei mai pensato mi sarebbe mancato e a quello di cui pensavo non poter fare a meno e invece, no, va benissimo anche senza.
Ho una voglia tremenda, oltre naturalmente di rivedere tutti e di fare interminabili chiaccherate notturne, di andare a passeggiare in certi posti, magari a Brera , al mare che da qui e' cosi' lontano...

Mi viene in mente che per me il vero inno nazionale e' Azzurro di Paolo Conte, ma resa famosa da Adriano Celentano. E' Azzurro la canzone che ricordo di aver cantato di piu' durante le gite, nei momenti felici dell'infanzia. E' questa la canzone che credo davvero tutti gli italiani sappiano piu' o meno a memoria. Ora che rifletto sulle parole poi trovo che


"e allora
io quasi quasi prendo il treno
e vengo, vengo da te,
ma il treno dei desideri,

nei miei pensieri all'incontrario va"




sia semplicemente geniale, sia come idea che come suono (fa sembrare melodiosa perfino la parola incontrario!). Ma come gli e' venuta in mente un'immagine cosi' semplice ma allo stesso tempo cosi' contorta?
Ascoltatela qui, se vi va.
La mia versione preferita e' un'altra, quella di un "The Best" di qualche anno fa, ma su you tube ho trovato questa, che comunque merita.
(Divagazione: il mio motto liberta' e perline colorate e' tratto da un'altra canzone di Conte)

E per voi qual e' l'inno nazionale? La canzone che vi fa pensare all'idea che avete voi dell'Italia?

21 commenti:

amoilmare ha detto...

Non so perchè, ho sempre pensato a "una donna per amico" di Lucio Battisti e "insieme a te non ci sto più" di Caterina Caselli. Mi ricordano un'Italia più spensierata, di tanti anni fa.

Soulboarder ha detto...

Ciao e grazie della tua visita.
Azzurro è un tema anche della mia infanzia e lo lego ad estati torride passate però al mare. Quando faceva caldo ma non ci sembrava certo insopportabile come ora che abbiamo l'ariacondizionata anche a settembre!
Aloha

Giuy ha detto...

mmm...bella domanda.
Un'estate al mareeee stileee balneareeee, mi fa pensare molto all'italia o per lo meno all'Italia d'estate :)

viridian ha detto...

Ti dirò, hai ragione, Azzurro è ottimo come inno nazionale.
Però cantato da Conte, che Celentano è odioso da troppi anni.
Se no, "L'anno che verrà", piàù che altro perché, amaro com'è il testo, è ancora attualissimo su com'è l'Italia dopo decenni.

netstar ha detto...

non ci ho mai pensato... Forse dovrei trasferirmi all'estero per pensarci. :)

nonsisamai ha detto...

amoilmare: adoro la seconda, a squarciagola e' proprio liberatoria

soulborder: anche a me piace per questo, aloha!

giuy: molto anni 80!

viridian: e' vero, e' bellissima ma troppo amara per me ora. piuttosto, tu come stai? che bello risentirti...

netstar: hai ragione, sono i tipici pensieri da emigrante. nemmeno io ci avevo mai pensato prima...

Anonimo ha detto...

Nina

d'impatto mi viene in mente De Gregori, credo Titanic...

centochili ha detto...

mi raccomando, quando verrai in Italia, evita di leggere i quotidiani. riposerai meglio e vivrai di più l'italianità vera. ;)

Giuy ha detto...

nssm: mah, non è che mi piaccia la canzone, ma sono scesa da Bolzano e tornata a casa dai mie e qui sono tutti al mare :'(
E' che a me, quando sono a Bz, dell'Italia mi manca il mare :'(

alicesu ha detto...

Bellissima canzone, Azzurro. The Best poi era un grande album, secondo me!
In questo momento mi viene in mente La canzone di Paolo Rossi (anzi, di Rino Gaetano): in italia si sta bene...

Elica ha detto...

Ciao! Anche a me piace molto Paolo Conte. Ha la capacità di esemplificare e riassumere immagini in poche parole :) (vedi Sparring Partner, la mia preferita).
Anche a me viene in mente una canzone tipo "In Italia si sta bene" di Gaetano/P.Rossi.. o forse "La terra dei cachi". Forse perché, stando qui, vedo solo i contrasti e sono abbastanza pessimista... ;-)

tizi ha detto...

Sono ormai tre anni che prendo aerei per tornare a casa...ogni volta torno negli States con in testa il motivetto italiano del momento sentito magari in macchina , che diventa la colonna sonora della vacanza italiana.Ad Aprile e` stata "Appena prima di partire" degli Zero Assoluto...la canticchiavo in lab fino a poche settimane fa. Adesso aspetto il prossimo motivetto da canticchiare, ma ahime` , non sara` prima di Dicembre.
Buon viaggio e ancora complimenti per il tuo blog, e` sempre un piacere leggerlo e non sai in quante cose mi ritrovo, e` proprio bello vedere come L`America possa essere vista e vissuta in tanti modi diversi .ciao!

nonsisamai ha detto...

nina: ciao! cosa e' successo al tuo blog? sono rimasta malissimo non trovandoti piu' :(

centochili: veramente li leggo anche qui, giusto per non illudermi troppo :D

giuy: anch'io in effetti amo il mare e anche a me manca tanto, ma mi mancava anche a milano...

alicesu: questa di paolo rossi mi manca, sono poco aggiornata

elica: mi sa che non sei l'unica :)

tizi: grazie davvero, anche a me fa piacere che passi a trovarmi. e' molto bello confrontarsi fra italiani all'estero perche' purtroppo per me e' difficile farlo nella realta': i pochi italiani che conosco in questa citta' dopo anni sono ancora fermi ai souvenir del texas e non hanno, mi sembra, nessuna voglia di parlare con la gente normale di questo paese. e' un po' come se fossero ancora in italia con la testa e a me un po' spiace perche' sarebbe bello avere degli amici italiani qui...pazienza, intanto vado a godermi un po' quelli che ho lasciato dall'altra parte del mondo... :)

janetframe ha detto...

Viva l'Italia, l'Italia liberata,
l'Italia del valzer, l'Italia del caffè.
L'Italia derubata e colpita al cuore,
viva l'Italia, l'Italia che non muore.
Viva l'Italia, presa a tradimento,
l'Italia assassinata dai giornali e dal cemento,
l'Italia con gli occhi asciutti nella notte scura,
viva l'Italia, l'Italia che non ha paura.
Viva l'Italia, l'Italia che è in mezzo al mare,
l'Italia dimenticata e l'Italia da dimenticare,
l'Italia metà giardino e metà galera,
viva l'Italia, l'Italia tutta intera.
Viva l'Italia, l'Italia che lavora,
l'Italia che si dispera, l'Italia che si innamora,
l'Italia metà dovere e metà fortuna,
viva l'Italia, l'Italia sulla luna.
Viva l'Italia, l'Italia del 12 dicembre,
l'Italia con le bandiere, l'Italia nuda come sempre,
l'Italia con gli occhi aperti nella notte triste,
viva l'Italia, l'Italia che resiste

alicesu ha detto...

In Italia ci sta il mare
Per nuotare e per pescare
Con le spiagge tutte bianche
Gli ombrelloni stesi al sole
In Italia si sta bene
In Italia ci sta il sole
Per asciugarsi quando piove
Con la frutta di stagione
Con le pesche e le albicocche
Da mangiare quando hai fame
Ma guarda un pò
In mezzo a tanta civiltà
Guarda tu
Che fortuna stare qua
In Italia c'è l'amore
Da quando nasce a quando muire
Se sei brutto o se sei bello
Se sei brutto o se sei bello
Se sei ricco oppure no
In Italia non si può
Ma guarda un pò
Che fortuna stare qua
In mezzo a tanta civiltà
Guarda tu
Che fortuna stare qua
Stare sempre qua
In Italia si sta male
Si sta bene si sta male
In Italia si sta male
Si sta meglio si sta peggio
Si sta bene anzichè no
In Italia c'è l'amore
Da quando nasce a quando muore
Se sei brutto o se sei bello
Se sei quasi sempre quello
Se sei ricco oppure no
In Italia si sta male
Si sta bene si sta male
Si sta male si sta bene
Si sta meglio si sta peggio
Si sta bene anzichè no
In Italia ci sta il sole
Per asciugarsi quando piove
Con le spiagge tutte bianche
Gli ombrelloni stesi al sole
In Italia si sta bene
In Italia si sta male
Si sta bene si sta male
In Italia si sta male
Si sta bene si sta peggio
Qua si sta come si sta
In Italia c'è l'amore
Da quando nasce a quando muore
Se sei brutto o se sei bello
Se sei ricco oppure no
Se sei basso non lo so
Se sei brutto o se sei bello
Se sei ricco oppure no
Qui ci sto e non ci sto
Se sei brutto o se sei bello
Se sei ricco oppure no
In Italia non ci sto
Ma poi torno però...
Ogni tanto

viridian ha detto...

Sto bene, grazie :) ora mi prendo qualche giorno di riposo (mai abbastanza!)
A proposito di Rino Gaetano, pensavo anche a Il cielo è sempre più blu - sempre per la serie inni ufficiosi d'Italia :)

Fabio ha detto...

Ma il cielo è sempre più blu.. In my opinion

nonsisamai ha detto...

janet frame: come ha fatto a non venirmi in mente?! he si, quasi quasi cambio idea, ma sono due impressioni dell'italia talmente diverse...

alicesu: grazie!! adesso vedrò anche di ascoltarla...

viridian: mi fa piacere sentirtelo dire! :)

fabio: ma quanto mi sei diventato ottimista! mi fai sentire troppo polyanna :)

Linda ha detto...

la mai canzone "italiana" è Volare di Modugno...

un must !!!

nonsisamai ha detto...

linda: mi meravigliavo che ancora nessuno ci avesse pensato :)

Anonimo ha detto...

De Gregori.
La Storia.
Non parla propriamente dell'Italia, ma mi sembra che sia intrisa dei valori e della cultura della nostra terra...che spesso, purtroppo,...vabbè, lasciamo perdere :-)
Doblondoro