mercoledì 2 febbraio 2011

aggiornamenti dal polo

Lunedi mattina riceviamo la seguente email da Mrs. Cassandra Johnson che vive piu' a nord.

"[...] Mi sto preparando per la nevicata. Credo che voi avrete una tempesta di ghiaccio, che e' peggio.

Ecco come mi sto organizzando:
-Fare benzina
-Prelevare soldi
-Comprare parecchie torce e batterie
-Mettere secchi d'acqua nella vasca da usare come scarico in caso l'acqua si congeli
-Mettere acqua in alcune pentole per lavare i piatti
-Mettere l'acqua filtrata del frigo in vasi e caraffe per potermi lavare i denti e bere
-Fare un po' di te da tenere in frigo
-Preparare del cibo che puo' essere mangiato freddo
-Lavare i piatti e fare la lavatrice prima della tempesta in caso vada via la corrente
-Ricordare di caricare il telefono e il computer

Spero che abbiate dei pannolini in piu'.
Magari non ci sara' nessuna tempesta di ghiaccio [...]"

E invece,come al solito ci ha preso. Dopo giorni di temperature fin troppo primaverili per gennaio, all'improvviso e' arrivato il freddo. E' successo tutto lunedi sera. Ha cominciato a fare sempre piu' freddo finche' si e' scatenata la "tempesta di ghiaccio", che gia' il nome. Nel mezzo della notte si sentiva rumore di aghi sui vetri e lampi a illuminare le stanze. La mattina, quando ho fatto uscire i bracchetti in giardino ho notato che curiosamente pattinavano sull'erba innevata. Mi sono cosi' accorta che sotto un paio di centimetri di neve era tutto completamente ghiacciato. Infatti e' da due giorni che siamo chiusi in casa, di guidare con il ghiaccio non se ne parla. Devo dire che non e' per niente male starsene al calduccio mentre fuori c'e' questo tempo. Quando c'e' il calduccio pero'. Il problema e' che purtroppo la nostra casa e il nostro riscaldamento non sono fatti per il Polo Nord. Cosi' ieri notte, mentre fuori si sfioravano i meno venti, dai bocchettoni usciva aria fredda. Ora va un po' meglio, ma fa ancora freddo. Evabe', almeno per la prima volta, appreziamo il fatto di non avere uno di quegli stupidi camini finti che si vedono da queste parti, ma uno vero che ci da' un minimo di calore in mezzo al ghiaccio.

11 commenti:

Anonimo ha detto...

qui tira un vento gelido che levati.
gia' mi sono scocciata!
valescrive

Marica ha detto...

ehy, ma anche dal camino "finto" esce fuori calore!!! :-)

nn pensavo potesse fare cosi' freddo a dallas!!

Elfonora ha detto...

Texas-Connecticut abbiamo le stesse temperature...alla faccia del riscaldamento globale!

Valeria ha detto...

Idem in Connecticut dove siamo andati (inutilmente) per la visita dalla dottoressa e per il Maternity tour entrambi cancellati "because the Weather". A Roma oggi 15' con una bella giornata di sole... :(

nonsisamai ha detto...

cos'e' il maternity tour?

Zion ha detto...

ma soprattutto: tempesta di ghiaccio????!!!!!!!??????? mai sentita prima :-O

alinipe ha detto...

Nonsi, pure io stamattina pattinavo come i brachetti! mai vista una roba del genere...
E dalla mia topaia alla metropolitana la strada è in discesa.
No comment.
Alice cascatrice

Valeria ha detto...

É un tour appunto organizzato dove ti spiegano cosa succede una volta arrivata all'ospedale, sala parto, stanza nella quale starò, lista di quello di cui avrò bisogno ecc per prendere confidenza con la struttura...mi servirà? Boh, intanto è gratis e magari mi passa un pò di ansia!

MarKino ha detto...

certo che detta cosi`, Dallas avvolta nel ghiaccio, uno non lo direbbe mai ...

fabio r. ha detto...

amazza, oh! freddino!

Elisen ha detto...

chiotti chiotti...che bello!alle volte il freddo non è male..è quando non se ne va mai come qui che stressa!