giovedì 4 settembre 2008

you can't win an occupation - tra sarah palin e una puzzola

Quando McCain ha nominato Sarah Palin come vicepresidente in caso di vittoria, ho sorriso. Mi sembrava un gioco troppo scoperto e ovvio per funzionare. I democratici fanno i moderni con il primo candidato di colore? Bene allora noi nominiamo una bella donna giovane come vicepresidente!
Si, ma non una come Hillary Clinton che, piaccia o meno, da anni e anni dimostra la sua professionalita' e la sua abilita' politica, ma la prima che capita. Che razza di strategia di alta politica e' questa? Ho letto che Sarah Palin e' stata scelta come possibile vicepresidente degli Stati Uniti in base a un colloquio di tre ore e settanta domande scritte. Il mio amico ingegnere non per entrare alla Casa Bianca, ma per ottenere un semplice contratto a tempo indeterminato in un'azienda internazionale e' stato sottoposto a colloqui e test per mesi e mesi. Pare che McCain abbia incontrato il governatore Palin una volta sola a cena prima di nominarla. Ora ragioniamo: lui e' il candidato alla Casa Bianca piu' anziano di tutti i tempi. Se sfortunatamente dovesse morire a un'eta' che e' perfettamente nella media per gli abitanti del paese che potrebbe ritrovarsi a governare, metterebbe il paese nelle mani di una persona con cui ha cenato una volta. Io non affiderei non dico una nazione, ma nemmeno il mio cane a una persona con cui ho cenato una sola volta. Una persona pressoche' sconosciuta alle cronache politiche prima di questo exploit.
Questi sono alcuni dei motivi per cui come donna non mi sento minimamente soddisfatta di questa scelta. Noi donne non vogliamo al governo donne in quanto tali, ma donne capaci, donne che hanno dimostrato la loro professionalita' quanto gli uomini che aspirano alla medesima carica. Altrimenti di che razza di parita' stiamo parlando?
E invece, sono proprio le donne quelle che hanno abboccato. Contente che finalmente ci sia un modello a cui possano paragonarsi, una madre di famiglia come tante. Si, ma non serve una madre di famiglia come tante qui, serve un leader politico, qualcuno capace di risolvere crisi serie che avranno ripercussioni a livello globale. Tutto questo e' semplicemente ridicolo.
E invece continuo a sentire donne entusiaste. La donna di paese contro l'uomo snob della metropoli. Come se fosse questo il punto: dimostrare che quelli di campagna sono smart come quelli di citta'. Antichi e mai sopiti complessi di inferiorita' e preconcetti culturali che evidentemente tengono ancora banco. E poi tutta questa solidarieta' da quattro soldi per i suoi problemi personali: mi piacerebbe sapere che tipo di comprensione avrebbero mostrato le stesse persone, qualora la figlia di Obama fosse rimasta incinta a 17 anni. Mi sembra di sentirli. Giu' a condannare i libertini di sinistra magari anche con qualche simpatica allusione raziale.
Piu' ascolto gli approfondimenti su questa Palin e piu' mi arrabbio, ma come si fa? Dopo Bush, poi. Eppure piace, cosi' sembra, e molto.
Sara' che stamattina per prima cosa quando sono uscita di casa sono stata travolta da una puzza di puzzola che solo chi si e' fatto un giro da queste parti puo' capire che tipo di buongiorno devo aver avuto, pero' oggi ho proprio il dente avvelenato. Del resto mi e' stato esplicitamente chiesto cosa ne pensavo e questo e' quanto.

Qualche ora dopo...
Aggiungo qualcos'altro gia' che ci sono, dopo aver seguito un po' meglio la convention repubblicana. Prima di tutto che non so come abbia fatto il tipo con il cartello "You can't win an occupation" ad entrare durante il discorso di McCain, ma grazie di cuore. E poi che ascoltarli e' veramente irritante. Il paese piu' potente nella storia dell'umanita', Il popolo piu' generoso del mondo, Vinceremo, la retorica della guerra e del pattriottismo, del portare la democrazia, ecc. Ieri quando Giuliani ha detto che Obama non ha accennato al terrorismo e all'11 settembre per non offendere i terroristi non potevo credere alle mie orecchie. Io non giudico le persone che in buona fede votano i repubblicani, ne conosco molte, bravissime persone, ma mi dispiace che non si rendano conto che e' proprio per questo genere di idee che un sacco di gente al mondo odia questo paese. Da qui hanno una percezione distorta di quello che poi arriva fuori. Non pensano minimamente all'impressione di arroganza e tracotanza che danno agli altri, deve essere cosi'.

19 commenti:

Donna Maria ha detto...

"C'e' grossa crisi!"
Questo e' l'unico commento sensato che mi venga in mente quando penso a questi patetici repubblicani e a questi ignoranti (nel senso che ignorano storia e realta' attuale) che continuano imperterriti a votarli. Molti di loro, senza vergogna, ammettono pure che odiano McCain ma votano lo stesso republicano "regardless". Siamo rovinati, cari!! Il personaggio scelto da loro per VP e' ancora piu' assurdo del candidato alla presidenza e non pensavo fosse possibile: questa donna va contro tutti i miei principi e non potrei non condannare le sue idee, il suo lavoro, le sue azioni, le sue parole e tutto cio' che la riguarda. Quindi, teniamo le dita incrociate, cari miei, perche' se questi vincono veramente (e probabilmente cosi' sara'), allora davvero ci conviene tornarcene in Italia... persino col cavaliere (ouch!). A chi e' in Italia, please... aggiungi un posto a tavola!! :P

nonsisamai ha detto...

donna maria: almeno io mi sono un po' sfogata, adoro protestare :)

Bab ha detto...

in un post precedente, mi pare, avevi spiegato (o questo è quello che io vi ho tratto XD) che gli americani, come singoli individui, non hanno paura o vergogna ad affermare ciò che sono, ciò che credono di essere e ciò che diventeranno secondo le loro intenzioni. ora, se è vero che un intero è maggiore della somma delle sue parti, e queste sono le parti, per quanto gli individui possano essere piacevolissime persone, ottimiste e propositive, il paese che vanno a formare non potrà che essere presuntuoso e arrogante. non so se mi sono spiegata :) però non vuole essere un'offesa agli americani, davvero.

per quanto riguarda la Palin, appena ho letto il suo nome mi sono detta: mamma mia, che ignoranza! non so neanche chi è la nuova candidata vicepresidente americana!
...ma a quanto leggo qui non sono l'unica ad essere del tutto ignara di chi sia, neanche McCain lo sa molto bene! :D
ho sempre pensato che le principali nemiche dell'emancipazione femminile siano le donne. siamo cresciute (e intendo storicamente, non io e te ;)) in condizione di inferiorità, è vero, ma anche di sicurezza: ogni decisione che ci veniva imposta serviva, sulla carta, a farci essere più sicure. ora abbiamo questa propensione a cercare qualcosa di stabile, che conosciamo e che ci faccia sentire al sicuro.

gap ha detto...

e poi la Palin ha dei tailleur orrendi..
ecco..
;)

haroldandmaude ha detto...

il problema di fondo è che i politici non hanno a cuore la nazione nella stessa misura in cui tu hai a cuore i tuoi cani... Neanche lontanamente...

MarKino ha detto...

nonostante gli italiani debbano essere gli ultimi a parlare a riguardo e debbano fare moooooolta autocritica, per aver eletto 3 volte il Silvio Presidente del Consiglio (con che motivazioni? non molto diverse da quelle per cui le donne simpatizzano per la Palin), l'approccio alla politica che descrivi tu getta un luce inquietante sul paese dove vivi...
soprattutto perche`, boria a parte, e` realmente la nazione piu` potente del mondo (per ora... stiamo a vedere cosa combina la cina nei prossimi decenni...)

Ginevra ha detto...

il primo pensiero che mi è venuto in mente è stato: oddio anche gli italiani che votano il nano pelato non è che si pongono molti problemi dell'immagine che l'Italia dà all'estero. Con la differenza poi che gli USA danno l'impressione di tracotanza e sono comunque in buona parte padroni delle sorti del mondo, mentre noi in italia diamo l'impressione da repubblica delle banane.
Che tristezza.

fragile093 ha detto...

@nonsi e donna maria: sottoscrivo al 99% quello che avete scritto. Ieri sera ho ascoltato una mezz'ora di convention e avevo letteralmente i brividi, mi sembrava di sentir parlare un branco di fascisti. L'unica cosa con cui non posso essere d'accordo e' l'idea che i repubblicani probabilmente vinceranno. Proprio non ci voglio credere, mi viene il magone (ma davvero) solo a pensarci. Mi sa che vivro' in apnea fino a Novembre, mangiandomi le mani perche' non posso votare...

@bab: condivido in pieno il secondo paragrafo. Secondo me invece il primo ora come ora vale per circa la meta' della gente qui, magari anche un po' meno visti gli ultimi polls. Io stando qui, specie negli ultimi anni (guarda caso) ho notato che molti stanno diventando disillusi e cinici. E siamo in Texas, con tutto quello che ne deriva. Il patriottismo cieco di cui parli ovviamente va ancora alla grande con i conservatori/repubblicani piu' estremisti (che l'accoppiata McCain + Palin, e specie la seconda, rappresenta in pieno), ma i moderati gia' fanno fatica a ignorare del tutto la realta' delle cose, i segnali di allarme sono troppi anche per loro. Io spero solo che agiscano in base a quei dubbi, e non seguano come pecoroni il partito di fiducia...

nonsisamai ha detto...

bab: ma si, e' vero che in genere hanno un'altissima idea dei loro meriti e questo in fondo e' bello e crea quel fantastico clima di ottimismo di cui ho scritto tante volte, pero' poi a tutto c'e' un limite. e i repubblicani questo limite non lo conoscono.

gap: ieri sera c'e' stato un servizio di un'ora sulla cnn per analizzare il suo look. ma non perche' e' una donna. noooo.

haroldandmaude: ciao! ma sai che mi sa che ti sei persa il post dove si parlava di arold and maude!? :)

markino: appunto: loro hanno votato bush, noi berlusconi. e' ridicolo parlare male di tutti gli americani in base a chi la maggioranza ha eletto.

fragile: io non penso che vinceranno, ma la reazione alla palin, mi ha fatto venire dei seri dubbi. c'e' gente che davvero si e' esaltata. e' assurdo. spero solo non siano in troppi.

Anja ha detto...

"Non pensano minimamente all'impressione di arroganza e tracotanza che danno agli altri, deve essere cosi'". ... altri? quali altri? (sad& sarcastic smile)

Daniele ha detto...

Mi son sentito tutto il discorso del nonno John e m'è sembrato che ripetesse all'infinito il concetto "amo questo paese, fatemi presidente". Dal mio punto di vista, non è un programma politico molto brillante, ma forse da queste parti è sufficiente...

elena ha detto...

Ciao nonsisamai, passo di qui da qualche giorno e mi piace molto leggere le tue cronache dall'altro mondo (!). Almeno mi sembra di muovermi dalla nostra palude.
E' vero comunque, guardiamo il fuscello Mc.Cain nell'occhio dell'americano medio e non pensiamo alle nostre travi. ahimè.:)))
Non so come lincarmi, ma metto qui il mio url (che parolacce). spero che si legga.

metello ha detto...

Come analisi mi sembra non faccia una piega, magari dillo anche ai democratici! Non è che gli faresti comodo? ;-)

nonsisamai ha detto...

anja: :)

daniele: purtroppo non solo da queste parti...

non ha mai parlato per esempio dell'immigrazione, non ho sentito una sola proposta concreta. poi e' ovvio per uno che ha votato il 90 % delle volte con bush e ora pretende di essere "il riformatore".

elena: benvenuta! :)
non si vede l'url, magari prova a fare un copia incolla alla fine dei commenti, cosi' passo a farti un saluto anch'io.

metello: ma io mi appassiono alle questioni di principio. infatti mi rivolgo per lo piu' a chi non puo' nemmeno votare...

MarKino ha detto...

sono pessimista sulla vittoria di obama e forse non avevo torto.

nonsisamai ha detto...

markino: brividi...

gianlu ha detto...

Emh...
si leggo un po' in ritardo ma in questo periodo ho le mie giustificazioni...
Per quanto riguarda i parrucconi, anche a me è venuto subito in mente un paragone con il belpaese.
Solo una considerazione a questo riguardo: per quanto i repubblicani non mi piacciano, almeno mi sembra che il loro messaggio sia chiaro e lecito.
Se vinceranno, sarà chiaro il perchè e i loro elettori fieri di averli votati.
In Italia non mi pare sia così.
Quante persone conoscete che dichiarano di votare Berlusconi?
Inoltre, qualcuno ha mai dichiarato che i mafiosi sono degli eroi vincendo poi le elezioni?
A me sembra meglio qui!

MarKino ha detto...

no scusa, insisto, non mi va di annoiarti, ma tu vivi li`, sei il mio contatto piu` diretto e sicuramente capisci meglio le cose: la Palin e` impazzita?,

Moky ha detto...

La scelta e' da sgomento. Se McC dovesse dipartire per le dimore celesti, mi vengono i brividi a pensare a chi sarebbe presidente... pensa che potremmo QUASI rimpiangere W. Secondo me dovrebbe nascere un movimento di donne contro la Palin, per denunciarne i valori e le ideologie da medioevo, che porterebbero le donne indietro di decine di anni. Blah!