martedì 23 ottobre 2007

ci siamo arrivati: il sesso

Si chiaccherava tempo fa con un'amica tedesca che vive qui da anni di come sia diverso il senso del pudore degli americani da quello degli europei. In Europa in moltissimi Paesi, e' piuttosto comune imbattersi in programmi molto spinti di notte e agli americani in viaggio questa cosa colpisce molto perche' qui da loro non esiste. Pero' vivendo qui noto che per molti altri versi si fanno molti meno problemi. Magari non avranno tutte le letterine e le veline che ci sono in Italia, ma ci sono programmi che a me sembrano molto piu' spinti. Sono rimasta un po' perplessa proprio qualche sera fa, per esempio, quando mi sono imbattuta in questo programma di mtv. La trama e' questa: una supersexy minidonna sta cercando l'anima gemella, ma non ha ancora ben capito se si trattera' di un uomo o di una donna. Allora, nel dubbio, invita tutti i corteggiatori e le corteggiatrici, una trentina, a vivere a casa sua. Qui e' un continuo scambio di baci di tutti con tutti e corpi unti e svestiti che si sfiorano voluttuosamente. Ecco, una cosa del genere viene trasmessa alle 10 di sera e non fa nessuno scandalo da queste parti, poi pero' censurano Sex and the City per i canali generalisti e lo trasmettono comunque in seconda serata. I don't understand.
Anche nella vita reale ho avuto un'impressione contraddittoria.
Non ho nulla contro la nudita', ma frequentando la palestra, per esempio, ho notato l'assenza totale, almeno nella mia, di spogliatoi singoli in cui cambiarsi per conto proprio. Mi e' capitato di incontrare ogni tanto qualche signora completamente nuda intenta a spalmarsi creme o nella sauna magari. Quest'ultima situazione l'ho sempre evitata perche' poi sei li' a tu per tu e che fai? Ciao, come va? Caldo, eh? Lasciamo perdere.
Ma la cosa che mi ha piu' stupito e' un'altra. Probabilmente questa cosa che sto per scrivere sconvolgera' chi non ha nessuna esperienza in materia, siete avvertiti. Come sapete sto lavorando in un asilo e insomma, succede che esista anche una sorta di masturbazione infantile.

[Se state dicendo NO NO e' impossibile e poi comunque io no, tenete presente che e' piuttosto probabile che lo abbiate dimenticato visto che succede, se succede, in genere fra i 3 e i 4 anni]

Alcune insegnanti italiane che ho conosciuto me ne avevano parlato come il male supremo, indice di problemi familiari, fenomeno da impedire e punire. Qui, proprio qualche giorno fa a un corso sull'educazione infantile, organizzato da una scuola protestante per di piu', appare una slide a caratteri cubitali che dice "La masturbazione infantile". Spiegazione: e' una cosa normalissima, stanno solo imparando a conoscere il loro corpo. Se vi capita, comportatevi come se si fossero messi le dita nel naso. Queste cose non si fanno davanti alle altre persone, vai a lavare le mani e torna indietro.

Siamo piu' puritani noi o loro?

30 commenti:

Pluto ha detto...

sono da poko qua negli USA ma ho sufficenti indizi per dire che gli americani siano piu puritani di noi!! ti ricordi la bufera sul caso janet jackson durante il superbowl ??!!

nonsisamai ha detto...

pluto: si infatti, e' questo che non capisco: putiferi per stupidate e tutto tranquillo davanti a spettacoli praticamente porno...bho?!

Fabrizio Cariani ha detto...

E' una sensazione che ho spesso anch'io--e non solo riguardo al sesso!

Sulla masturbazione infantile, invece, nel complesso mi sembra la politica giusta.

pensierorosa ha detto...

per quanto riguarda la masturbazione infantile ne ho sentito parlare e anche qui ho sentito le stesse cose (che è una cosa normale da non punire)

Per quanto riguarda la palestra io ora non ci vado ma quando la frequentavo non c'erano spogliatoi singoli e tutte ci cambiavamo tranquillamente....

La cosa che mi dava fastidio era quando entrava qualche ragazzina (12/13 anni) che mi fissava mettendomi in imbarazzo.

cowdog ha detto...

leggo da parecchio questo blog che trovo delizioso.
commento solo oggi a proposito del pudore. io vivo in Germania e frequento una palestra, nemmeno qui esistono spogliatoi singoli e nella sauna si entra senza vestiti (volendo esiste anche la sauna mista), ma non l'ho mai trovata una stranezza. Non so come sia in Italia, dato che non ho mai frequentato una palestra quando ci vivevo, ma all'estero credo sia ovunque così. in fin dei conti un corpo femminile è più o meno sempre lo stesso.

Grissino ha detto...

Io più di maggiore o minore puritanesimo direi che si tratta di DIFFERENTE puritanesimo ma sempre di puritanesimo di tratta. Guarda i casini che fa la chiesa cattolica in Italia sulla fecondazione, l'aborto, le cellule staminali. Sempre a rompere le palle e metà della gente ad andare dietro senza far funzionare il cervello. La scienza< deve avere dei paletti ma non essere vincolata da idee medioevali.

alicesu ha detto...

interessate questo. Non ci avevo mai pensato. Per noi il sesso è qualcosa di sporco e sconcio... Siamo molto indietro.
Però loro sono molto contraddittori :-)

Anonimo ha detto...

Nina

io ho fatto sport agonistico fino ai 19 anni...negli spogliatoi non c'erano spazi per "singoli", nè nelle docce. non mi è mai sembrato strano, sarà che ci sono cresciuta.

(anche per le saune non credo lo troverei strano, certo andrei in quelle esclusivamente per donne! un mio amico svedese invece mi ha detto che da loro sono tutti nudi e allegramente misti! bhè, noi siamo italiani, si sa...)

penso anch'io che gli americani siano dei gran puritani, e anche a me pare che siano molto contraddittori...di facciata è una cosa, poi si sa benissimo che molte "cose hard" (forse tutte) le importiamo proprio da loro...sembra che abbiano il mercato porno più grosso del mondo (vabè, poco da stupirsi)...

ma pure noi facciamo un pò "ridere". con le donne nude a tutte le ore in tv e poi i discorsi del papa diciamo un pò "anacronistici"...e tante tantissime cose. forse la sessualità non è vissuta poi così "bene" neppure da noi. anzi.

unaltrasera ha detto...

i puritani sono loro, noi siamo solo cattolici.. vai a vedere poi che i bigotti, siamo proprio noi. Interessante come le parole faciano riferimento a precisi contesti religiosi e a come si gesticono diversmente le ingerenze. Secondo me, poi non so, loro hanno un concetto molto pratico, sano, dell'educazione, del tipo mens sana in corpore sano.
Noi pecchiamo proprio nell'educazione, vedi solo i programmi gentiliani.
comunque.. buona fortuna con i piccoli e le loro dita nel naso;)

signor ponza ha detto...

Ecco qual era il programma di cui parlava ieri a lezione il mio professore...

Elisa ha detto...

mah...nella palestra che frequento, quella universitaria, che è bellissima, le donne non si fanno la doccia e se per caso ne becco una che esce dalla piscina, la fa col costume..insomma non rischio mai di vedere niente!Nel mio caso sono quindi io la 'svergognata'!
Comunque non mi sorprende: laddove c'è restrizione (v.proibizionismo) c'è ribellione e molto spesso ci si ribella male: v.quei programmi orribili di cui parlavi anche tu. Ce ne sono a buzzeffe.

Per la masturbazione infantile non c'è niente di più naturale e solo insegnanti represse potrebbero considerarla strumento del demonio! Ma d'altronde pensate al detto dei preti : "se ti fai troppe pippe diventi cieco!"

nonsisamai ha detto...

fabrizio: ma dici le contraddizioni? riguardo a cosa? a presto!

pensierorosa: in realta' erano solo esempi qulunque. quello della palestra l'ho un po' censurato, mi sembrava un po' troppo hard :)

cowdog: benvenuto e grazie!
una cosa sola: "un corpo femminile è più o meno sempre lo stesso"??!! :)

grissino: sono d'accordo. sembra che ognuno abbia le sue paturnie su questa cosa, diverse, ma in fondo simili...

alicesu: anche secondo me, a volte non capisco proprio: per alcune cose gridano allo scandalo e altre davvero pesanti li lasciano indifferenti...ma?!

nina: appunto, ci facciamo tutti un sacco di problemi per niente, no? ;)

unaltrasera: per fortuna non mi e' mai capitato 0_o

signorponza: scusa ma cosa studi?? ma quindi in canada vedete gli stessi programmi, tutto uguale?

elisa: certo che ora ci ridiamo su, pero' un sacco di persone hanno sofferto parecchio per queste proibizioni, un po' ovunque.

Aelys ha detto...

I casi di Janet Jackson e Bill Clinton, le facce sconvolte quando vedono le pubblicità italiane dell'acqua minerale con le donne nude... quanto a fisime, gli americani ne hanno da vendere. Però sono anche quelli che parlano apertamente di sesso tra amici e che vanno in coppia al sexy shop con la naturalezza di chi va a comprare un chilo di arance. E' un tipo di puritanesimo (o comunque lo si voglia chiamare) diverso dal nostro, ma non credo che questo voglia dire che noi siamo meglio di loro o viceversa. Non li capisco ancora bene, pur avendo sposato uno di loro... magari tra qualche anno avrò le idee più chiare.

nonsisamai ha detto...

aelys: mi sa che siamo proprio sulla stessa barca! :)

Fabrizio Cariani ha detto...

si, mi rendo conto di aver scritto un commento completamente ambiguo. Intendevo che ho la tua stessa sensazione: i limiti sembrano tracciati in modo bizarro da *entrambi i lati*.

cowdog ha detto...

un corpo femminile è composto sempre dalle stesse parti anatomiche, o no?
poi possono essere più o meno cicciottelle o pelose, ma questa è un'altra storia...

Baol ha detto...

Sai che hai fatto proprio una domanda difficile? Secondo me è veramente un fatto di diversità; i giapponesi per esempio fanno le peggio cose ma non possono mostrare organi sessuali. Noi siamo molto disinibiti sul sesso ma puritani sulla sessualità (che non è una frase senza senso penso).

Ciao dalla puglia ;)

MiKo ha detto...

A prescindere dal discorso palestre (nemmeno in Italia sono mai stato in una palestra con spogliatoi singoli) mi sembra che qui il punto sia la grande tensione tra il voler essere il paese con maggior libertà del mondo e l'essere storicamente bigotti (è una frase più forte di quello che vorrei, ma non so come esprimermi altrimenti). Cerco di spiegarmi meglio, anche se taglio le frasi con l'accetta: il porno/sesso è un qualcosa di intrinsecamente peccaminoso, ma se qualcuno vuole fare/usufruire del porno, deve averne il diritto in nome della libertà di espressione. Vi prego, non datemi addosso per quello che ho scritto: so bene di star generalizzando e sto usando toni molto più forti di quanto non pensi veramente, è solo per tentare di spiegarmi: ho voglia di dire la mia e cerco di adattarmi al mezzo, che non è proprio l'ideale per una tematica così complessa.

maestrobuitre ha detto...

Loro sono puritani, noi siamo qualunquisti e profondamente confusi. O si.

maestrobuitre ha detto...

ps: Grissino, guarda che le idee di minchia che la chiesa porta avanti, non sono direttamente legate all'Italia, ma hanno una ripercussione mondiale. E' solo che noi abbiamo la fortuna di ospitare il loro staterello nel cuore della capitale...
Che i credenti praticanti non si offendano e non inizino una crociata, non è lì che voglio andare a parare con la mia puntualizzazione sul commento di Grissino...
Saluto.

nandina ha detto...

mi vuoi dire che con la mia praticamente nulla conoscenza della psicologia infantile sono più avanti delle maestre italiane?
Io 'sta cosa della masturbazione infantile proprio a quell'età l'avevo già sentita!

Ciao!!

LB ha detto...

Ma con quali insegnanti hai parlato? Anche in Italia si fa così: togli le mani da lì e bon, come togliti le mani dalla bocca/naso...

Arte ha detto...

già i bloggers "scrittori che se la tirano" non fanno male ma sarebbe meglio se fossero un po' più modesti, ne guadagneremmo tutti
:)

nonsisamai ha detto...

fabrizio: capito! :)

cowdog: ah!ah! romantico!

baol: sesso si', sessualita' no...aspetta che ci penso :D

miko: io ho pensato che forse anche questo post e' abbastanza bigotto, a volte e' difficile non esserlo. credo di aver capito, non ti preoccupare, ma appunto questa idea del "paese piu' libero del mondo" mi fa venire in mente talmente tante cose...grazie del commento.

maestrobuitre: confusi?! questa cosa mi fa un po' sorridere...

nandina e lb: si, guardate, l'esempio della palestra era personalissimo e in parte censurato, ma quello delle maestre era 'testuale'. mi e' capitato personalmente in un asilo della provincia di milano nel 2002. io all'epoca non sapevo assolutamente nulla dell'esistenza di questa cosa fra i bambini (come la maggior parte delle persone credo) e mi impressionai molto, appunto perche' mi era stata spiegata in quella maniera. quella bambina veniva trattata male dalle insegnanti per questo motivo, una situazione penosa, ma magari eccezionale come dite voi. lo spero.
a me, a dire il vero, non viene difficile credere che altre maestre un po' avanti con gli anni reagiscano alla stessa maniera, qui o la', anche a causa di radicate convinzioni religiose.

Comunque sono solo cose che sono capitate a me, singola persona nel mondo, l'intento era porre qualche dubbio non dire "tutte le maestre italiane dicono cosi', tutte le maestre americane dicono cosa'".
grazie per i vostri interventi, alla prossima! :)

arte: benvenuta!

maestrobuitre ha detto...

Si, confusi.
Confusi da palinsesti rumorosi, violenti, maleducati e rozzi.
Confusi da chi dovrebbe dare il buon esempio ed invece si rotola nel fango gridando allarmi a casaccio.
Confusi dalla facilità con cui riusciamo a predicare e razzolare bene e male senza un ordine preciso. Confusi...

caterinapin ha detto...

Bè gli americani sono più puritani di noi, è indubbio! Però ci spiazzano con questi altri atteggiamenti che non ci spieghiamo...
Strano eh?
Cate ;)

nonsisamai ha detto...

maestrobuitre: beh allora mi sa che confusi lo siamo prioprio tutti un po' dappertutto nel mondo. grazie ancora

caterina: hai proprio colto il punto della questione! a presto!

ossimorosa ha detto...

Interessante.
Non credo sia una gara a chi è più o meno puritano. Ognuno ha le sue pecche e le sue virtù. Certo, sommare solo le virtù sarebbe proprio bello eh...

nonsisamai ha detto...

ossimorosa: sai cosa sarebbe bello davvero secondo me? semplicemente essere piu' tolleranti e aperti verso gli altri, un po' dappertutto. sembra poco, ma...

Anonimo ha detto...

Tema interessante, peccato che come al solito in queste cose si inserisca una pletora di gente che non sa un tubo e scrive un mare di idiozie.
La Chiesa è molto più permissiva di quello che chi non la conosce pensi su certe cose. Il puritanesimo americano è 1000 volte più miope e bigotto. Certo che poi se c'è chi confonde l'aborto con la modernità, come si fa a ragionare?
Le saune in Germania, Austria ed altri paesi, tra cui anche in Italia (Alto Adige) si fanno tranquillamente nudi ed in ambiente misto. Cosa inconcepibile in America e (purtroppo) in buona parte del resto del mondo. Di religione cattolica, mussulmana, ebraica, taoista, buddista, o atea che sia. Questo per (sane) tradizioni e (pessimo) rapporto col proprio corpo. Dove la sauna mista è normale, non ha nulla a che spartire con morbosità sessuali o voyeurismo. E' semplicemente e pragmaticamente il modo più sano e corretto di praticare la sauna. Ci vanno le famiglie!
Così pure mi disturba l'ostentazione della propria nudità in pubblico, ma che si facciano numeri da circo per coprirsi quando ci si deve cambiare costume in piscina, mentre magari si indossano tanga e reggiseni microscopici o ci si veste con scollature ombelicali, è segno di profonda ipocrisia. E chi conosce minimamente il cattolicesimo (pochi, tra quelli che hanno scritto qui sopra) sa quanto ne sia nemica l'ipocrisia!